21st Century Fox: calano i ricavi dal cinema, ma aumentano gli introiti pubblicitari

Crescono gli introiti pubblicitari per 21st Century Fox, ma calano i ricavi dal cinema. È quanto registra l’azienda, che nel primo trimestre ha ottenuto un utile netto oltre 1,3 miliardi di dollari e ha fatturato 7,2 miliardi totali, portandosi a +2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

I ricavi della programmazione della rete via cavo hanno raggiunto quota 1,5 miliardi di dollari, con una crescita di 2 punti percentuali. Ad aumentare anche le entrate legate alla pubblicità e affini,  che sono arrivate al +4%, così come le spese per 21st Century Fox, che hanno registrato un aumento del 5% a causa della copertura della Coppa del Mondo Fifa.

Negli Usa gli incassi via cavo hanno fatto registrare una crescita del 7%, con un aumento del 9% dalle affiliazioni e del 7% dagli introiti pubblicitari. Il segmento ha segnalato un calo delle entrate derivate dai contenuti a causa della riduzione delle licenze di terze parti del contenuto di script su Fox Networks. In negativo anche il segmento internazionale, con un crollo di 4 punti percentuali nel totale dei ricavi, dovuto all’impatto di un dollaro Usa rafforzato.

Rupert e Lachlan Murdoch (foto Olycom)

Per quanto riguarda la televisione, l’aumento delle entrate ha raggiunto la somma di 1,3 miliardi di dollari, con una crescita pari al 20%, mentre i guadagni ottenuti dalla pubblicità hanno fatto registrare un +22% e quelli legati all’autorizzazione alla ritrasmissione un +19%.

Segno negativo invece per quanto riguarda i ricavi ottenuti dal mondo cinematografico: 21st Century Fox ha infatti registrato una perdita di 7 punti percentuali, arrivando ad un totale di 1,8 miliardi di dollari. Un crollo che è stato però parzialmente compensato dai maggiori introiti derivati dallo Svod.

“Continuiamo a fornire risultati contrari al nostro piano di crescita anche mentre facciamo importanti passi avanti verso il completamento della nostra transazione Disney e il lancio di Fox nella prima metà del 2019”, hanno dichiarato Rupert e Lachlan Murdoch, presidenti esecutivi. “Abbiamo messo insieme un team di leadership stellare per Fox, dandoci ulteriore fiducia nella capacità della nuova società di cogliere le opportunità nella programmazione dal vivo offrendo allo stesso tempo valore a lungo termine per gli azionisti. La nostra performance trimestrale si basa sui risultati operativi e sui successi finanziari dello scorso anno e imposta le nostre attività per un continuo slancio sia nella Disney allargata, che nella futura Fox”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Scoop del New York Times: per 10 anni Trump non ha pagato le tasse federali sul reddito. Il presidente: “fake news”

Scoop del New York Times: per 10 anni Trump non ha pagato le tasse federali sul reddito. Il presidente: “fake news”

Calcio in tv. Vertice tra Milan, Inter e Juventus su fondi di private equity nella media company della Lega

Calcio in tv. Vertice tra Milan, Inter e Juventus su fondi di private equity nella media company della Lega

Pronto al debutto il progetto Green&Blue, su internet e carta, per tutti i quotidiani Gedi

Pronto al debutto il progetto Green&Blue, su internet e carta, per tutti i quotidiani Gedi