Meredith cede Fortune al thailandese Chatchaval Jiaravanon

Meredith Corp continua a vendere i prezzi pregiati del gruppo Time Inc., acquisito per 1,85 miliardi alla fine del 2017. E così, dopo il magazine Time, ceduto al fondatore di Selforce Marc Benioff e a sua moglie, è stata la volta di Fortune. Il gruppo editoriale americano ha infatti raggiunto un accordo per cederlo a Chatchaval Jiaravanon, uomo di affari thailandese legato al gruppo internazionale Charoen Pokphand Group, con partecipazioni che spaziano dalle tlc ai media, passando per il food, la finanza e l’eCommerce.

L’operazione, da 150 milioni di dollari in contanti, in attesa dell’approvazione delle autorità, dovrebbe chiudersi entro la fine del 2018.

Alan Murray

Fortune ha alle spalle 88 anni di storia: il primo numero è stato pubblicato nel 1930, nei mesi successivi al crollo di Wall Street. Negli ultimi però il magazine ha risentito del calo della raccolta pubblicitaria e del rallentamento delle vendite: un mix di fattori che aveva spinto l’editore a concentrarsi maggiormente sull’online.

Attualmente per la testata lavorano 170 e, stando a quanto segnala il sito Variety, non è chiaro se ci saranno dei tagli. Alan Murray, ex chief content officer di Time diventerà presidente di Fortune, mentre Clifton Leaf continuerà a coprire la carica di editor in chief.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il nuovo numero di ‘Prima’ è in edicola e disponibile in edizione digitale

Il nuovo numero di ‘Prima’ è in edicola e disponibile in edizione digitale

Mercato pubblicitario in forte ripresa a giugno, +34,6%; nei primi 6 mesi +25,7%. Nielsen: Crescita robusta e ormai consolidata

Mercato pubblicitario in forte ripresa a giugno, +34,6%; nei primi 6 mesi +25,7%. Nielsen: Crescita robusta e ormai consolidata

TOP EDITORI iscritti ad Audiweb per ‘Total digital audience’. A maggio il podio è ancora per Rcs, Gedi, Mediaset

TOP EDITORI iscritti ad Audiweb per ‘Total digital audience’. A maggio il podio è ancora per Rcs, Gedi, Mediaset