La Rai racconta con speciali e mini doc i siti Unesco italiani. L’ad Salini: iniziativa da servizio pubblico

Dall’Arte rupestre della Val Camonica ai Trulli di Alberobello, le necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia, le Dolomiti. Arriva in tv da oggi la bellezza dei 54 siti Unesco italiani con 54 mini documentari in onda su Rai 3 (dal lunedì al venerdì alle 16 prima di Geo, il sabato alle 11 e la domenica alle 10.30) e su Rai Storia (tutti i giorni alle 21.10) e con cinque grandi speciali in onda sempre su Rai Storia (dal 26 novembre al 24 dicembre il lunedì alle 21.10).

Un’iniziativa “da servizio pubblico”, l’ha definita l’ad Rai Fabrizio Salini, presentandola con il sottosegretario Mibac Lucia Borgonzoni. “Uno dei compiti del servizio pubblico è permettere a milioni di italiani che ogni giorno si sintonizzano e connettono ai nostri canali e alle nostre piattaforme di conoscere e apprezzare il patrimonio storico, artistico e naturalistico del nostro Paese”. “L’obiettivo è farlo conoscere il più possibile” ha rimarcato l’ad di Viale Mazzini.

Fabrizio Salini (Foto ANSA / ETTORE FERRARI)

Frutto di un’intesa con il ministero dei Beni Culturali, che ne ha curato anche la revisione dei contenuti, il progetto, ha spiegato il direttore di Rai Cultura Silvia Calandrelli, ha impegnato il servizio pubblico in una operazione complessa in giro per l’Italia. “Le musiche sono tutte originali, le immagini bellissime riprese con droni, tutti i testi realizzati in casa in una interlocuzione continua con il Mibac”.

Quanto alla decisione di puntare su un mini formato, ha spiegato, “è stata voluta, volevamo rendere virale la bellezza”.

“Con la Rai e con l’ad Salini”, ha precisato Borgonzoni, “abbiamo trovato subito un’intesa, una comune sensibilità sul patrimonio condiviso che il servizio pubblico deve diffondere, credo che quando si parla di cultura si deve andare tutti nella stessa direzione”. “Ora, ha concluso, stiamo lavorando anche per diffondere questi filmati sugli schermi delle ferrovie e nelle scuole”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati generali editoria, stampa locale presidio connessione sociale. Corecom, ampliare competenze e più spazio scelta vertici Agcom

Stati generali editoria, stampa locale presidio connessione sociale. Corecom, ampliare competenze e più spazio scelta vertici Agcom

Rai, sì vigilanza a risoluzione M5S su incompatibilità doppio incarico Foa

Rai, sì vigilanza a risoluzione M5S su incompatibilità doppio incarico Foa

Inpgi, Crimi: risanamento o commissariamento. Allargando la platea naturale fine per l’Ordine dei giornalisti

Inpgi, Crimi: risanamento o commissariamento. Allargando la platea naturale fine per l’Ordine dei giornalisti