Conad sceglie Wpp come partner su creatività, media e digitale

Immediatamente prima del Forum che WPP organizza ad ogni autunno con TEH Ambrosetti, viene ufficializzato un importante colpo di mercato.

Conad – marchio in salute sia economica (cresce in un mercato in leggera flessione) che comunicativa – si affida pressoché integralmente al gruppo di cui è country manager Massimo Costa. Il principale spender in comunicazione della distribuzione organizzata, dall’alto dei propri 38 milioni di budget, avrà a disposizione un team di esperti trasversale e mirato che ne seguirà le attività legate alla creatività, il media ed il digitale.

Francesco Pugliese

Francesco Pugliese

La notevole ascesa in notorietà e considerazione del marchio di cui è ad Francesco Pugliese è stata costruita usando dal 2002 il supporto dell’agenzia Aldo Biasi Comunicazione (nei giorni scorsi era circolata la notizia, non confermata dalla holding guidata da Costa, che WPP potesse comprare la sigla), mentre sul fronte media il partner è stato Dentsu Aegis Network (attraverso Vizeum e Simple Agency), con Connexia impegnata sui social.

La nota di Conad motiva la scelta definendola “in grado di dare risposta alle nuove esigenze di una strategia del brand finalizzata a cogliere tutte le opportunità messe a disposizione dal mercato nei diversi ambiti sia online sia offline, compresa la pianificazione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza