- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Pizzofalcone finisce col botto, GfVip regge, Ranucci su con gli integratori. Ok Salvini Alla Lavagna

Questione di numeri, ma non solo. I meter ed i social dicono che il giallo poliziesco napoletano con Alessandro Gassmann e Carolina Crescentini meriterebbe una terza stagione, ma non è ancora sicuro che si farà. Il finale della seconda, con un bomba che nell’ultimo frame dell’ultima puntata scoppia davanti al ristorante in cui tutti i protagonisti della storia stanno pranzando e festeggiando, lascia comunque aperte tutte le possibilità.

Ieri, all’ultimo confronto negli ascolti con il ‘Gf Vip’, ‘I Bastardi di Pizzofalcone’ – che aveva vinto nettamente tutte le altre sfide – è cresciuto ancora di trecentomila spettatori, a quota 5,5 milioni con il 23,4% di share. Ma le prestazioni ‘straordinarie’ dell’ammiraglia pubblica non hanno inciso su quelle ordinarie di Canale 5.

Ilary Blasi e Alfonso Signorini sono rimasti ai livelli di sette giorni prima (3,769 milioni ed il 20,88%) e sostanzialmente immutato è rimasto anche il distacco tra le due trasmissioni anche se si considera la fase in cui sono state in onda in contemporanea: Rai1 a 5,494 milioni e il 23,43% e Canale 5 a 4,326 milioni e il 18,45%.

Altro dato interessante, ha conquistato terreno la terza rete. ‘Report’ – con l’inchiesta siciliana sull’ambiguo paladino dell’antimafia, Antonello Montante, l’approfondimento sull’utilità di certi integratori energetici, e la ricognizione sui luoghi fisici e virtuali in cui vengono salvate le infinite masse d’informazione che vengono prodotto ogni giorno, ha riscosso ben 1,9 milioni di spettatori e il 7,67%, con Sigfrido Ranucci che così ha portato a casa la seconda prestazione stagionale. ‘Report’ ha viaggiato vicino al 7% con l’inchiesta siciliana, ha fatto un picco del 9,3% con gli integratori, è calato un po’ con i big data da archiviare. Dietro le prime tre proposte, c’è stato una sorta di baratro. Su Italia1 il film action ‘Transporter Legacy’ ha conquistato 1,245 milioni di spettatori e il 5,1%. I telefilm di Rai2 sono arrivati non troppo staccati (‘Criminal Minds’ a 1 milione e 4,3% nella media dei tre episodi).

Sono finite in fondo al tunnel invece Rete4 (‘Quarta Repubblica’ è calato a 684mila e 3,6%) ed il telefilm su La7 (‘Body of Proof’ a 373mila e 1,9%). Nicola Porro continua a provarle tutte ma senza successo. Ieri ha alternato tre o quattro temi e varie ronde di ospiti, riuscendo ad avvicinare il 5% di share solo nel finale notturno.

Le ambasce di Rete 4 non mutano troppo di natura e intensità in access. Anche ieri Lilli Gruber ha doppiato Barbara Palombelli.

Su La7 ‘Otto e mezzo’, con Andrea Scanzi, Silvia Sciorilli Borrelli, Patrizia Ghiazza e Alessandro Barbano da Lilli Gruber, ha avuto 2,130 milioni di spettatori e l’8%. Nella stessa fascia ha esordito bene sulla terza rete Alla Lavagna, con Matteo Salvini ieri alle prese con i giovani scolari (1,6 milioni e 6,4%).

Su Rete 4 ‘Stasera Italia’ con Giulio Sapelli, Lele Mora, Lucia Borgonzoni, Luigi Marattin, Maria Teresa Meli tra gli ospiti, ha avuto 1,163 milioni di spettatori e il 4,58% di share e poi 1,034milioni e 3,9%.

In seconda serata c’è stata la consueta esondazione del ‘GFVip’, che ha raggiunto il 33% di share nel finale, lasciando seccamente distanti ‘Che Fuori tempo che fa’ su Rai1, ‘Tiki Taka’ su Italia 1 e ‘Linea Notte’ sulla terza rete.