Mediaset , utile netto tiene, ok terzo trimestre. Effetto Mondiali e radio sulla pubblicità (+3,5%)

Nei primi nove mesi dell’anno Mediaset ha registrato un utile netto di 27 milioni rispetto ai 34,5 dello stesso periodo del 2017, con ricavi a 2.433 milioni contro i 2.473 precedenti. Entrambi i dati sono riclassificati togliendo il contributo della ceduta Ei Tower.

Per l’intero 2018, con il taglio dei costi che procede più rapidamente del piano, “il risultato operativo – la cui entità sarà funzione dell’andamento dei ricavi pubblicitari sui quali la visibilità rimane ancora limitata – dovrebbe essere leggermente superiore a quello registrato nello scorso esercizio”, spiega Mediaset che nel solo terzo trimestre ha registrato un incremento della raccolta pubblicitaria in Italia del 3,5% “grazie alla fase finale dei Mondiali di calcio e al brillante andamento del settore radiofonico”.
Il trimestre, con costi calati a livello di gruppo per 71 milioni, vede migliorati rispetto al 2017 sia il risultato operativo (Ebit, per 33 milioni) sia il risultato netto, per 24,3 milioni.

Highlight del bilancio 
– Ricavi netti: 2.433,5 milioni di euro
– Risultato operativo (Ebit): 114,5 milioni di euro
– Utile netto: 27,0 milioni di euro
– Ascolti tv: le reti Mediaset leader sia in Italia che in Spagna. In Italia, Canale 5 prima rete sul target commerciale in tutte le fasce orarie
– Terzo trimestre 2018: andamento decisamente migliore rispetto al pari periodo 2017

In Mediaset “stiamo lavorando al budget 2019 e l’obiettivo di taglio dei costi è di circa 400 milioni, con costi complessivi tra 1,87 e 1,89 miliardi”, ha commentato Marco Giordani, direttore finanziario del gruppo, rispondendo agli analisti durante la ‘conference call’ sui dati dei nove mesi dell’anno. Giordani Ha confermato che la politica dei dividendi si baserà unicamente sulla generazione di cassa e non su altri elementi come potrebbero essere le plusvalenze.

“Le prime due settimane di novembre sono positive”, ha spiegato Matteo Cardani, direttore generale marketing e operations di Publitalia, intervenendo sulla raccolta di novembre aggiungendo che ora arrivano il ‘black friday’ e soprattutto il Natale, “che saranno cruciali” per la raccolta pubblicitaria.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mediaset, Confalonieri: poche possibilità d’intesa con Vivendi

Mediaset, Confalonieri: poche possibilità d’intesa con Vivendi

Facebook valuta possibili modifiche per gli spot politici

Facebook valuta possibili modifiche per gli spot politici

Manzoni: prosegue la riorganizzazione con l’ipotesi di chiusura per sedi locali e trasferimento collettivo a Milano

Manzoni: prosegue la riorganizzazione con l’ipotesi di chiusura per sedi locali e trasferimento collettivo a Milano