Dal 4 dicembre entra in Gazzetta la direttiva per IVA ridotta per libri e giornali in formato elettronico. Aie: sfida vinta.

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea la direttiva sull’IVA ridotta per i libri, i giornali e i periodici pubblicati in formato elettronico, promossa dalla campagna #unlibroèunlibro lanciata da AIE. 

Ricardo Franco Levi

Il Consiglio dell’UE, riporta una nota stampa, ha inserito in via definitiva la norma che entrerà in vigore a partire dal prossimo 4 dicembre.

“Oggi un libro è davvero un libro”. È il commento del presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi “È la vittoria reale di #unlibroèunlibro” prosegue Levi. “La battaglia di AIE iniziata nel 2014 con il lancio della campagna oggi può dichiararsi definitivamente vinta. Il lungo iter che ha portato all’approvazione della norma sull’equiparazione del trattamento fiscale tra libro e ebook, grazie al sostegno del governo italiano, ha superato i confini nazionali ed è divenuto realtà in tutta Europa. È grazie a questo grande gioco di squadra e all’importante attività di sensibilizzazione portata avanti da AIE che oggi tutti i lettori europei, sia su carta sia su ebook, possono avere gli stessi diritti”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”