BookCity Milano 2018: numeri in crescita per l’evento dedicato all’editoria

BookCity Milano, la manifestazione dedicata al mondo editoriale che si è tenuta dal 14 al 18 novembre, registra una crescita dal 2012, con i numeri di pubblico ed eventi più che raddoppiati. 

filippo del corno

Filippo del Corno, assessore alla cultura di Milano

I dati di BookCity Milano 2018, riporta un comunicato stampa, vedono un totale di 1452 eventi in 354 sedi, 2996 tra relatori e presentatori e 520 volontari si sono candidati. Inoltre è stato rilevata la crescita dei numeri degli eventi (da 437 nel 2012 a 1452) e di sedi ospitanti (da 133 nel 2012 a 354).

L’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno dichiara “Nella crescita del modello Bookcity, in questa edizione ha avuto un peso particolare il taglio internazionale del progetto, grazie al coinvolgimento delle città della Letteratura del circuito UNESCO, e in particolare di Dublino. La presenza di Mike McCormack testimonia la partecipazione e la condivisione sempre più internazionale di temi e protagonisti del mondo creativo della produzione letteraria ed editoriale.”

BookCity mette al servizio della città editoriale una varietà di luoghi al di fuori della filiera editoriale e aggrega tutti gli appassionati. Tra le sedi coinvolte, il  28% erano appartenenti alla filiera del libro, il 16% erano altre filiere culturali, il 12% enti formativi , il 19% Imprese, il 25 % seedi pubbliche, sociali, religiose. Tra i partecipanti in questa edizione, anche 7 Università e 6 Accademie e dei 135 comuni di Milano, 72 hanno avuto almeno una sede di BookCity.

Il comitato promotore di BOOKCITY MILANO dichiara “Ci fa piacere constatare che la manifestazione rappresenti concretamente la crescita civile della città. Una storia di 7 anni, nata come partnership pubblico privato, che ha mantenuto questa identità e ha progressivamente allargato la presenza della società civile.”

Positiva anche la crescita social dell’evento, in termini di followers, rispetto all’edizione precedente: Instagram è cresciuto del 69%, Facebook è cresciuto dell’11%, mentre Twitter è cresciuto del 7,3%,  con BookCity tra i trending topics dal 14 novembre alla data odierna, con gli hashtag #BCM18 e #BookCity.

BookCity Milano è promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dall’Associazione BOOKCITY MILANO, fondata da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri. Inoltre, BookCity Milano è sostenuto da Intesa Sanpaolo (main partner) e da Fondazione Cariplo. Partecipano inoltre Atm, Borsa Italiana, Burgo Group, Esselunga, Federazione della Filiera della Carta e della Grafica, Flou, Fondazione Fiera Milano, Innocent, mytaxi, Pirelli, Studio Notarile Marchetti, Treccani Cultura. Collaborano Aima, Associazione Ciessevi, Bauer, Bird&Bird, Campari, Intesa Sanpaolo Assicura, Hotel Magna Pars, IGP Decaux, Mito Onlus, Noris Morano, Società Esercizi Aeroportuali, Rotolito, Studio Legale RCC.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, sottosegretario Martella: stop alle aggressioni, difendiamo l’informazione. Da Salvini frasi inaccettabili

Editoria, sottosegretario Martella: stop alle aggressioni, difendiamo l’informazione. Da Salvini frasi inaccettabili

Vigilanza Rai, pronto il testo sui limiti alle esternazioni social dei dipendenti del servizio pubblico

Vigilanza Rai, pronto il testo sui limiti alle esternazioni social dei dipendenti del servizio pubblico

Papa: globalizzazione nociva quando uniforma tutto. Informazione locale, più autentica e vicina alla gente

Papa: globalizzazione nociva quando uniforma tutto. Informazione locale, più autentica e vicina alla gente