Deltatre compra Massive Interactive. Nasce un nuovo gruppo specializzato in tecnologie per Ott

L’azienda torinese Deltatre, specializzata nello sviluppo di tecnologie informatiche per l’intrattenimento sportivo, ha acquisito per 112 milioni di euro Massive Interactive. Quest’ultima società, ricorda oggi la Stampa, fornisce anch’essa tecnologie per la comunicazione nell’intrattenimento, non solo sportivo, a diverse emittenti e produttori televisivi, fra cui Bbc Worldwide, Sony Pictures Television, Dazn, At&t, Bell Media, Channel 5, Telecine, Dr. Mentre fra i clienti di Deltatre figurano Uefa, Fifa, Il Comitato Olimpico, Atp, Nfl, Mlb e i maggiori gruppi di media nel mondo.

Le due realtà, Deltatre più Massive Interactive, riporta il quotidiano, costituiscono insieme il più grande provider indipendente di soluzioni Ott al mondo. Con Massive il gruppo torinese incrementa la presenza in Asia e nel Sud Pacifico, acquisisce nuove e importanti tecnologie e si espande in altri settori di attività rispetto a quello sportivo originario.

Il fatturato 2018 di Deltatre prima dell’acquisizione è valutabile in 85 milioni di euro, prosegue la Stampa, e quello di Massive Interactive in 42. La nuova entità avrà 1.000 dipendenti, sommando gli oltre 650 di Deltatre e gli oltre 350 di Massive.

“La transizione all’Ott sta accelerando in tutto il mondo”, commenta Giampiero Rinaudo, cofondatore e amministratore delegato di Deltatre. “La capacità di personalizzare le esperienze di fruizione e di creare un coinvolgimento reale del consumatore è di importanza vitale e ha un fortissimo impatto sulla redditività in questo settore”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre

Apple: New York Times e Washington Post non saranno nel nuovo servizio di news. Tra le testate big presente il Wall Street Journal

Apple: New York Times e Washington Post non saranno nel nuovo servizio di news. Tra le testate big presente il Wall Street Journal