Fnsi-Cnog: con tagli all’editoria minore a rischio l’informazione nelle comunità

“Ancora una volta, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha richiamato l’importanza della libertà di stampa, sottolineando la necessità di tutelare le minoranze”. Lo affermano, in una nota, Federazione nazionale della Stampa italiana e Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, commentando le parole che il Capo dello Stato che intervenendo, a Merano, alla cerimonia per i 130 anni del gruppo editoriale Athesia, ha sottolineato come “l’esigenza di tutelare minoranze, culture, identità e insieme libertà di stampa richiede anche sostegni dello Stato”.

“Le parole del presidente devono far riflettere tutti, in particolare chi prima annuncia l’azzeramento dei fondi per gli organi di stampa delle minoranze, poi la progressiva riduzione, senza però riflettere sulle conseguenze che ne deriverebbero”.

Nella foto, da sinistra il Carlo Verna (Cnog) e Raffaele Lorusso (Fnsi)

“Tagliare i finanziamenti per l’editoria minore significa privare dell’informazione intere comunità e rendere ancora più precario il lavoro giornalistico”, continuano Fnsi e Cnog. “Anziché annunciare tagli indiscriminati e colpi mortali contro il pluralismo dell’informazione, sarebbe opportuno che si trovassero il modo e le risorse per contrastare il lavoro precario”.

“Le parole del presidente Mattarella ci fanno ancora più piacere perché”, rilevano in conclusione, “giungono a pochi giorni dalle numerose iniziative promosse per rafforzare i valori racchiusi nell’articolo 21 della Costituzione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, Crimi: obiettivo riforma di “grande respiro”. Conte: verso un sistema più “efficiente e rigoroso”

Editoria, Crimi: obiettivo riforma di “grande respiro”. Conte: verso un sistema più “efficiente e rigoroso”

Copyright, appello dal vicepresidente Ue Ansip: sostegno alla riforma. Testo diverso da quello di luglio: non è macchina da censura

Copyright, appello dal vicepresidente Ue Ansip: sostegno alla riforma. Testo diverso da quello di luglio: non è macchina da censura

Rai: all’esame del Cda la riorganizzazione della Corporate e la nuova direzione generale

Rai: all’esame del Cda la riorganizzazione della Corporate e la nuova direzione generale