Amendola batte Ilary, ma anche Gassmann. Gruber doppia Palombelli e supera Porro

Chi pensava che fossimo nel periodo dei poliziotti ‘scritti’, che vincessero in tv solo i personaggi – da Camilleri a Manzini passando per De Giovanni e Lucarelli, ‘papà’ dei vari Montalbano, Schiavone, Lojacono e Coliandro – tratteggiati con forza e stile nella narrativa innanzi tutto libraria, si deve ricredere.

Ieri a fare il botto su Rai1 è stato un personaggio ugualmente inquieto e fuori dalle regole, Carlo Guerrieri (perfettamente interpretato da Claudio Amendola), ma che è il frutto di un processo creativo tutto televisivo e, vale la pena registrarlo, è figlio della collaborazione di Cattleya e Netflix.

Su Rai1 ‘Nero a metà’, ambientato a Roma, ha ottenuto ben 6 milioni di spettatori e il 25,3% lasciando a netta distanza il ‘GF Vip’ (3,6 milioni e 20,7%) su Canale 5, facendo meglio quindi anche dell’ultima puntata de ‘I Bastardi di Pizzofalcone’ e di Alessandro Gassmann che gli avevano passato il testimone.

Dietro ha fatto molto bene rimanendo sui propri massimi su Rai3 la nuova puntata di ‘Report’ (1,940 milioni e 7,8%, con la bella e inquietante inchiesta sul contrabbando di petrolio) con Sigfrido Ranucci che dopo il rodaggio della passata stagione pare avere trovato il registro giusto. Giù dal podio è arrivata la partita di Nations League su Italia1 che non era decisiva per il torneo (Germania-Olanda a 1,141 milioni e 4,4%), facendo leggermente meglio del telefilm di Rai2 (‘Criminal Minds’ a 947mila e 4,2% nella media dei tre episodi) e della serata speciale dedicata alla ex first lady statunitense.

Su La7 ‘Speciale Otto e Mezzo’ con Marianna Aprile e Beppe Severgnini in studio ha avuto 1,041 milioni di spettatori e il 3,9%, mentre il docufilm ‘Becoming Michelle, La storia di Michelle Obama’, ha raccolto 857mila spettatori e il 3,25% di share.

Male, ma non è una novità ha fatto Nicola Porro. Su Rete4 ‘Quarta Repubblica’, con le presenze fisse Paolo Hendel e Renato Mannheimer, e quindi tra gli ospiti Roberto Maroni, Roberta Lombardi, Emiliana Alessandrucci, Andrea Costa, Giampiero Mughini, Vittorio Sgarbi, Moni Ovadia, Susanna Ceccardi, Maurizio Belpietro e Antonio Martino, ha avuto solo 679mila spettatori e il 3,64% di share.

In seconda serata, quando è finita la fiction di Rai1, Ilary Blasi e Alfonso Signorini hanno vinto facilmente contro ‘Che fuori tempo che fa’.

In access, in tema talk d’informazione, Lilli Gruber ha ancora una volta doppiato la concorrenza. Su La7 ‘Otto e mezzo’, con Sara Varetto e Diego Della Valle a parlare di spread, è arrivato a 2,084milioni e 7,87%.

Su Rete 4 ‘Stasera Italia’ con Elsa Fornero, Emilio Carelli, Cesara Buonamici, Klaus Davi tra gli ospiti di Barbara Palombelli, ha totalizzato 1,267 milioni di spettatori e 4,96% di share nella prima parte e poi 1,083 milioni e 4%.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cos’ha detto Barbara Palombelli sul femminicidio? Pioggia di polemiche sulle ‘donne esasperanti’

Cos’ha detto Barbara Palombelli sul femminicidio? Pioggia di polemiche sulle ‘donne esasperanti’

Cattelan ‘Da Grande’ su Rai1. Coletta: perfetto per l’Eurovision e un Late Night Show. Fasulo: come Frizzi

Cattelan ‘Da Grande’ su Rai1. Coletta: perfetto per l’Eurovision e un Late Night Show. Fasulo: come Frizzi

Andreatta: Netflix racconta l’Italia lontano dagli stereotipi; nelle nostre serie un Paese tra luci e ombre

Andreatta: Netflix racconta l’Italia lontano dagli stereotipi; nelle nostre serie un Paese tra luci e ombre