Amendola batte Ilary, ma anche Gassmann. Gruber doppia Palombelli e supera Porro

Chi pensava che fossimo nel periodo dei poliziotti ‘scritti’, che vincessero in tv solo i personaggi – da Camilleri a Manzini passando per De Giovanni e Lucarelli, ‘papà’ dei vari Montalbano, Schiavone, Lojacono e Coliandro – tratteggiati con forza e stile nella narrativa innanzi tutto libraria, si deve ricredere.

Ieri a fare il botto su Rai1 è stato un personaggio ugualmente inquieto e fuori dalle regole, Carlo Guerrieri (perfettamente interpretato da Claudio Amendola), ma che è il frutto di un processo creativo tutto televisivo e, vale la pena registrarlo, è figlio della collaborazione di Cattleya e Netflix.

Su Rai1 ‘Nero a metà’, ambientato a Roma, ha ottenuto ben 6 milioni di spettatori e il 25,3% lasciando a netta distanza il ‘GF Vip’ (3,6 milioni e 20,7%) su Canale 5, facendo meglio quindi anche dell’ultima puntata de ‘I Bastardi di Pizzofalcone’ e di Alessandro Gassmann che gli avevano passato il testimone.

Dietro ha fatto molto bene rimanendo sui propri massimi su Rai3 la nuova puntata di ‘Report’ (1,940 milioni e 7,8%, con la bella e inquietante inchiesta sul contrabbando di petrolio) con Sigfrido Ranucci che dopo il rodaggio della passata stagione pare avere trovato il registro giusto. Giù dal podio è arrivata la partita di Nations League su Italia1 che non era decisiva per il torneo (Germania-Olanda a 1,141 milioni e 4,4%), facendo leggermente meglio del telefilm di Rai2 (‘Criminal Minds’ a 947mila e 4,2% nella media dei tre episodi) e della serata speciale dedicata alla ex first lady statunitense.

Su La7 ‘Speciale Otto e Mezzo’ con Marianna Aprile e Beppe Severgnini in studio ha avuto 1,041 milioni di spettatori e il 3,9%, mentre il docufilm ‘Becoming Michelle, La storia di Michelle Obama’, ha raccolto 857mila spettatori e il 3,25% di share.

Male, ma non è una novità ha fatto Nicola Porro. Su Rete4 ‘Quarta Repubblica’, con le presenze fisse Paolo Hendel e Renato Mannheimer, e quindi tra gli ospiti Roberto Maroni, Roberta Lombardi, Emiliana Alessandrucci, Andrea Costa, Giampiero Mughini, Vittorio Sgarbi, Moni Ovadia, Susanna Ceccardi, Maurizio Belpietro e Antonio Martino, ha avuto solo 679mila spettatori e il 3,64% di share.

In seconda serata, quando è finita la fiction di Rai1, Ilary Blasi e Alfonso Signorini hanno vinto facilmente contro ‘Che fuori tempo che fa’.

In access, in tema talk d’informazione, Lilli Gruber ha ancora una volta doppiato la concorrenza. Su La7 ‘Otto e mezzo’, con Sara Varetto e Diego Della Valle a parlare di spread, è arrivato a 2,084milioni e 7,87%.

Su Rete 4 ‘Stasera Italia’ con Elsa Fornero, Emilio Carelli, Cesara Buonamici, Klaus Davi tra gli ospiti di Barbara Palombelli, ha totalizzato 1,267 milioni di spettatori e 4,96% di share nella prima parte e poi 1,083 milioni e 4%.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Rai: Laganà, Usigrai, Fnsi e Odg preoccupati per le parole di Di Maio: a rischio posti di lavoro; volontà di colpire il pluralismo

Open presenta la squadra di redattori: fotoreporter, videomaker, esperti di contenuti verticali e di esteri

Rai, arriva l’infornata di vice direttori dei tg. Presentati anche i piani editoriali