Azzurri oltre il 20%, bene Le Iene, Berlinguer più vicina a Floris. Parte male Rai2 culinaria

Ha vinto la Nazionale, per uno a zero, nei minuti di recupero, con un gol di Matteo Politano. Alla fine di una partita comunque ben giocata dalla squadra.

Si trattava di un amichevole e così Italia-Usa ha ottenuto un risultato, 5,251 milioni di spettatori con il 20,6%, di molto inferiore a quello delle recenti partite del team di Roberto Mancini in Nations League. Ma è bastato per doppiare abbondantemente la concorrenza: su Canale 5 la pellicola rosa e noir ‘La bella e la bestia’ ha ottenuto 2,388 milioni e di spettatori ed il 10,5%.

Il film dell’ammiraglia privata ha corso alla pari con un’ottima puntata de ‘Le Iene Show’ su Italia 1, in crescita a 2,186milioni e 12,4%. La trasmissione con Nicola Savino e Alessia Marcuzzi, in realtà, dalle 21.50 in poi ha superato il film con Vincent Cassell, e dalle 23.40 in poi è stata in testa.

Giù dal podio è arrivata Rete 4 con ‘Il Segreto’ (1,639 milioni e 7,2%), che ha fatto meglio dei talk d’informazione. Ieri Bianca Berlinguer ha accorciato ancora le distanze da Giovanni Floris, riducendo il ritardo a 150mila spettatori e sette decimali di share.

Su La7 ‘DiMartedì’, ospitando un esercito di ospiti (tra gli altri Piercamillo Davigo, Virginia Raggi, Claudio Durigon, Ernesto Maria Ruffini, Piercarlo Padoan, Elsa Fornero, Enrico Zanetti, Alessandro Baricco, Bruno Vespa, Elisabetta Gualmini, Francesca Donato, Antonio Maria Rinaldi, Maurizio Molinari, Franco Bechis, Alessandro Sallusti, Myrta Merlino, Daniela Preziosi, Carmen Lasorella, Mario Giordano, Gene Gnocchi nei panni di ‘Genuccio’ De Bortoli) ha conquistato 1,424 milioni di spettatori e 6,7% di share.

Su Rai Tre ‘#Cartabianca’, con il solito Mauro Corona in apertura e poi un parterre con un numero molto più ridotto di presenze (Manlio Di Stefano, Matteo Richetti, Ferruccio De Bortoli, Roberto D’Agostino, Maurizio Belpietro, Lucia Borgonzoni, Udo Gumpel, Marco Furfaro) ha portato a casa 1,274 milioni di spettatori e il 6,03%.

La notizia di giornata è il flop del nuovo format culinario di Rai2. ‘Il ristorante degli chef’, con dieci aspiranti grandi cuochi in pista e al loro fianco i ‘maestri’ Andrea Berton, Philippe Léveillé e Isabella Potì, ha avuto solo 1,136 milioni di spettatori e il 5,4%. Un esordio che è stato certamente disturbato anche dalla presenza dell’ultima puntata della versione in chiaro di ‘MasterChef’ su Tv8 (a 622mila spettatori e 2,5%).

In seconda serata, detto dello strapotere de Le Iene, va registrato che ‘Porta a Porta’, con Alfonso Bonafede, Pietro Senaldi e Claudio Tito nella prima parte e le mamme chefanno figli in età molto avanzata nella seconda parte, ha riscosso prima 1,084 milioni di spettatori e il 6,58% e quindi 824mila spettatori e il 9,19%. Bruno Vespa ha fatto ancora una volta molto meglio di ‘Matrix’.

Con Giorgia Meloni, Alessandro Cecchi Paone, Claudia Zanella, Elenoire Casalegno, Carla Ruocco, Elena Proietti, un collegamento con Piero Angela, Pablo Trincia e Vittorio Sgarbi tra gli ospiti, Nicola Porro si è attestato a 473mila spettatori e il 6,69% di share.

In access, con il calcio incombente, Rete 4 è rimasta un po’ più vicina a La7.

‘Otto e mezzo’ con Antonio Padellaro, Evelina Christillin e Innocenzo Cipolletta ospiti di Lilli Gruber, ha avuto 1,7 milioni di spettatori e 6,6%.

Mentre ‘Stasera Italia’, con Pierferdinando Casini, Antonio Maria Rinaldi, Antonio Polito tra gli ospiti di Barbara Palombelli, ha conquistato 1,2 milioni e il 4,84% nella prima parte e 1,3 milioni e il 5% nella seconda parte.

Ancora una volta buono, e stabile, il bilancio su Rai3 di ‘Alla Lavagna’, a 1,5 milioni e 6,3% con Danilo Toninelli.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La potente manager cinese Jie Sun (Ctrip) firma accordi con Aeroporti di Roma, Trenitalia e Musei Ferrari

La potente manager cinese Jie Sun (Ctrip) firma accordi con Aeroporti di Roma, Trenitalia e Musei Ferrari

Stati Generali Editoria, Crimi: obiettivo riforma strutturale importante e necessaria per un comparto cruciale

Stati Generali Editoria, Crimi: obiettivo riforma strutturale importante e necessaria per un comparto cruciale

Stati Generali Editoria, Lorusso: al via col piede sbagliato. Affossate proposte per Inpgi e contrasto precariato

Stati Generali Editoria, Lorusso: al via col piede sbagliato. Affossate proposte per Inpgi e contrasto precariato