La bocciatura della manovra è in buona compagnia. All’estero la stampa online guarda anche a Brexit e ai guai di Deutsche Bank

Prime reazioni dal mondo alla manovra dell’Italia che vede un “non rispetto particolarmente grave” delle regole di bilancio, in particolare della raccomandazione dell’Ecofin dello scorso 13 luglio. Così almeno rileva la Commissione Ue nella valutazione adottata oggi. Con “rammarico” Bruxelles “conferma” la sua precedente valutazione della bozza di bilancio dell’Italia. Ed ecco come all’estero, sui principali siti dei quotidiani, è stata ripresa la notizia.

Il Financial Times mette in homepage una foto del ministro dell’Economia Giovanni Tria e titola: “Bruxelles dice che l’Italia potrebbe incappare in sanzioni”.

Secondo il Wall Street Journal sono le imprese a “pagare il conto” della “generosa” manovra del governo giallo-verde. Il Journal infatti sottolinea che i tassi di finanziamento alle imprese stano diventando più onerosi. Ma gli italiani ripondono che va tutto “benissimo”, chiosa, ironizzando sulle recenti dichiarazioni del vicepremier Luigi Di Maio.

Ma non c’è solo la questione italiana a tenere banco sulla stampa online estera. Sempre il Wall Street Journal, per esempio, nota come il Belpaese non sia l’unico dell’Eurozona a passare qualche difficoltà: “Ecco come Deutsche Bank sta affrontando la sua grande debolezza”, si legge sempre in homepage.

E c’è anche chi come la Frankfurter Allgemeine Zeitung decide di dedicare l’apertura alla Brexit:

Poi c’è anche chi invece, come l’Economist, si occupa delle disparità causate dall’avvento di Internet in Cina. Oppure il Guardian che non guarda ancora alle sfide dell’economia ma preferisce approfondire il piano di Steve Bannon sulle elezioni Europee o gli ultimi sviluppi del caso Khashoggi; pur senza rinunciare al gusto di pubblicare online un quiz per capire “quanto populismo c’è in te”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A settembre prima Sky Sport per interazioni, Cookist per video view, Fanpage per paid post

TOP MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. A settembre prima Sky Sport per interazioni, Cookist per video view, Fanpage per paid post

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery

Marco Bardazzi lascia Eni. La comunicazione da novembre passa a Erika Mandraffino

Marco Bardazzi lascia Eni. La comunicazione da novembre passa a Erika Mandraffino