Facebook fa pace col fisco. Pagherà 100 milioni per il periodo 2010-2016

Facebook Italy fa la pace con il fisco italiano. La società ha appena firmato un accertamento con adesione chiudendo così le controversie con l’Agenzia delle Entrate che riguarda alcune annualità del periodo 2010-2016. Facebook pagherà per questo oltre 100 milioni di euro.

Mark Zuckerberg (Foto Ansa-EPA/ETIENNE LAURENT)

Con l’adesione all’accertamento – sottolinea una nota dell’Agenzia delle entrate – Facebook Italy chiude la controversia relativa alle indagini fiscali condotte dalla Guardia di finanza e coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano, per il periodo tra il 2010 e il 2016.

“Il percorso di definizione tra Agenzia delle entrate e Facebook – prosegue la nota – si è basato su una parziale riconfigurazione delle contestazioni iniziali, senza alcuna riduzione degli importi contestati, e darà luogo ad un pagamento di oltre 100 milioni di euro complessivamente riferibili a Facebook Italy S.r.l.”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Copyright, sottosegretario Vacca (M5s): risposta sbagliata a giusto problema. Favorisce i grandi gruppi editoriali a discapito dei piccoli

Copyright, sottosegretario Vacca (M5s): risposta sbagliata a giusto problema. Favorisce i grandi gruppi editoriali a discapito dei piccoli

Cairo Communication: nel 2018 utile a 60,3 milioni, in crescita del 19,5%. Proposto dividendo a 0,14 euro

Cairo Communication: nel 2018 utile a 60,3 milioni, in crescita del 19,5%. Proposto dividendo a 0,14 euro

Lucetta Scaraffia e la redazione di Donne Chiesa Mondo lasciano in blocco l’inserto mensile dell’Osservatore Romano

Lucetta Scaraffia e la redazione di Donne Chiesa Mondo lasciano in blocco l’inserto mensile dell’Osservatore Romano