Gli Archivi di Fondazione Fiera Milano in mostra: prima tappa del progetto Prospettiva

“Perdere la memoria di un Paese è folle”. Lo ha detto questa mattina Giovanni Gastel, notissimo fotografo, presidente di Afip (Associazione fotografi italiani professionisti), alla presentazione della mostra promossa da Fondazione Fiera Milano in collaborazione con Afip International, Triennale di Milano e con il patrocinio di Regione Lombardia e Comune di Milano. Titolo: “Prospettiva. Viaggio negli archivi di Fondazione Fiera Milano”. Resterà aperta al pubblico, all’interno della Triennale al parco Sempione, fino al 20 gennaio 2019.

Gastel era in compagnia di Giovanni Gorno Tempini (presidente di Fondazione Fiera Milano) e Ippolito Pestellini Laparelli (curatore). Non è mancata una telefonata da Shanghai di Stefano Boeri, presidente della Triennale: dalla Cina, dove sta illustrando il prossimo Salone del Mobile milanese, e il nuovo Museo del Design che aprirà in aprile a Milano, ha fatto i rituali auguri per una mostra che con ogni probabilità avrà successo.

Ripercorrere la storia della Fiera di Milano, attraverso fotografie, documenti, mappe, gadget, filmati, oggetti, bobine registrate, è come viaggiare in un secolo (la Fiera è stata fondata nel 1920). La mostra è il primo importante “episodio del progetto sugli Archivi fotografici voluto da Fondazione Fiera e Afip per la creazione di un centro di eccellenza aperto alla città per la valorizzazione della fotografia quale arte del nostro tempo, linguaggio universale di comunicazione, capace di costruire identità e generare condivisione, strumento essenziale per la tutela della memoria collettiva”, dice il comunicato. E il presidente Gorno Tempini ha aggiunto: “Questa mostra ha due messaggi. Il primo far vedere che cos’è un archivio e l’impegno che richiede, economico e umano, per conservarlo e valorizzarlo. Poi c’è la storia di Fiera Milano, luogo dove sono passati intelletto e innovazione del Novecento. Una storia italiana tra industria, moda, costume, politica”. Gastel ha commentato: “Gran parte del materiale rischiava di finire nella spazzatura. Noi vogliamo mantenere anche il cartaceo, che ha un profumo insostituibile, sconosciuto al digitale”.

Il progetto degli Archivi fotografici è realizzato con la collaborazione tecnica di Promemoria Group, che ha ideato il catalogo e il nuovo sito dell’Archivio Storico di Fondazione Fiera Milano (archiviofondazionefieramilano.archiui.it), con l’obiettivo di valorizzarlo.

“Prospettiva” non è solo una mostra, ma un work in progress che doterà Milano di nuovi archivi attraverso acquisizioni da archivi di interesse nazionale o da materiale di importanti fotografi. Con il fulcro di Fondazione Fiera Milano, la città diventerà un caposaldo per la conservazione – che è dinamica, declinata anche in Rete – della memoria industriale e culturale dell’intero Paese. Perché è vero: perdere la memoria collettiva, magari per negligenza, è davvero folle.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Inpgi, Crimi: M5S non vuole commissariamento; ipotesi passaggio ammortizzatori sociali all’Inps

Inpgi, Crimi: M5S non vuole commissariamento; ipotesi passaggio ammortizzatori sociali all’Inps

Condè Nast vende W a Future Media Group. Sara Moonves sostituisce alla direzione Stefano Tonchi

Condè Nast vende W a Future Media Group. Sara Moonves sostituisce alla direzione Stefano Tonchi

Andrea Farinet è il nuovo presidente di Fondazione Pubblicità Progresso

Andrea Farinet è il nuovo presidente di Fondazione Pubblicità Progresso