Lega Serie A, volata a tre per la carica di amministratore delegato: Araimo, Mammì, De Siervo

E’ iniziata la volata per la nomina dell’amministratore delegato della Lega Serie A. La commissione – formata dal presidente Gaetano Miccichè e da Alessandro Antonello (Inter), Stefano Campoccia (Udinese) e Claudio Lotito (Lazio) – ha incontrato i tre candidati al momento più accreditati. Si tratta di Alessandro Araimo, vice-presidente esecutivo di Discovery per il Sud Europa; Luigi De Siervo, ad di Infront Italia, e Matteo Mammì, uscito recentemente da Sky dopo aver curato a lungo le trattative per l’acquisto dei diritti tv di Santa Giulia.

Da sinistra: Alessandro Araimo, Matteo Mammì e Luigi De Siervo

Tre manager del settore televisivo. E’ il profilo sul quale si è indirizzata la Serie A dopo la prima fase nella quale erano stati presi in considerazione anche dirigenti con caratteristiche più commerciali. Ma il divario tra ricavi tv e introiti commerciali è talmente sproporzionato a favore dei primi da aver spinto verso questa scelta, soprattutto pensando allo sfruttamento dei diritti tv sul mercato internazionale.

Il problema è il solito: la difficoltà a mettere d’accordo un numero sufficiente di club (in questo caso 14 per le prime due assemblee elettive, 11 a partire dalla terza) per nominare l’ad. Schematizzando Mammì piace alle società più vicine alla Juventus, De Siervo al blocco Lotito e Araimo ha il gradimento di Cairo e dello stesso Miccichè (particolare non secondario visto che il presidente avrà sicuramente voce in capitolo nella scelta del suo principale collaboratore).

Ma i veti incrociati tra società potrebbero costringere a trovare altri nomi. Si era parlato dell’ipotesi Tom Mockridge, ex ad Sky Italia ora Ceo di Virgin Media, un manager che conosce molto bene il nostro Paese. Per ora la commissione non ha in agenda altri incontri. Quindi ufficialmente in pista c’è il terzetto Araimo, Mammì, De Siervo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Giletti domenica riprende ‘Non è l’Arena’. “Nel futuro non escludo la politica; sono finito sotto scorta, ma ringrazio Cairo”

Giletti domenica riprende ‘Non è l’Arena’. “Nel futuro non escludo la politica; sono finito sotto scorta, ma ringrazio Cairo”

Fondazione Tim sostiene la musica classica italiana con 400mila euro

Fondazione Tim sostiene la musica classica italiana con 400mila euro

Debutta Virtual Showroom di Cnmi con  Accenture, Microsoft ed Hevolus. “Un modo nuovo di promuovere la moda”

Debutta Virtual Showroom di Cnmi con Accenture, Microsoft ed Hevolus. “Un modo nuovo di promuovere la moda”