Snam a sostegno delle energie pulite. Firmato memorandum of understanding con Seat

Un convegno per dichiarare un’ambizione: conquistare il centro del campo della partita strategica dell’energia. Stamattina a Milano lo Snam Partner’s Day, ha messo insieme oltre 500 fornitori, partners industriali, autorità regolatorie e istituzioni, compresi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il presidente della Lombardia Attilio Fontana. Nella stipatissima sala dei Magazzini del Volo di via Mecenate – a due passi dagli studi Rai –il presidente Carlo Malacarne e l’amministratore delegato Marco Alverà hanno annunciato le linee di sviluppo e di investimento di Snam entro 2022.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e l’ad di Snam Marco Alverà (foto uff stampa Snam)

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e l’ad di Snam Marco Alverà (foto uff stampa Snam)

Alverà ha siglato in diretta, sul palco, con il presidente della Seat Luca De Meo, un memorandum of understanding fra Snam e il costruttore spagnolo sulla promozione dell’uso del metano compresso e del biometano per autotrazione.

Marco Alverà e Luca De Meo (foto uff stampa Snam)

Marco Alverà e Luca De Meo (foto uff stampa Snam)

Il cuore della strategia Snam tiene insieme sostenibilità e innovazione per un volume di investimenti da 1,5 miliardi. La parte più consistente riguarda la rete con il progetto “Snamtec” (tec sta per Tomorrow’s energy company): 850 milioni per la manutenzione della rete con nuove tecnologie, ricorso a droni e satelliti per il monitoraggio, misurazione costante dell’assetto geologico del territorio. Quasi mezzo miliardo verrà stanziato per riduzione delle emissioni di metano mentre 200 milioni saranno messi a disposizione per la transizione energetica, lo sviluppo della produzione di biometano da rifiuti organici, la mobilità sostenibile, la sperimentazione del mix idrogeno-gas naturale.

Da sinistra, Camerano (A2a), Cabrini (gruppo Class), Gallo (Italgas), Donnarumma-(Acea)

Da sinistra, Camerano (A2a), Cabrini (gruppo Class), Gallo (Italgas), Donnarumma (Acea)

L’accordo con Seat è stato la ciliegina sulla torta dell’iniziativa milanese: Seat ha assunto il ruolo, nel gruppo Volkswagen, di brand d’avanguardia per quanto riguarda il metano. Se la sfida avrà buon esito il metano potrebbe diventare, per il colosso tedesco, la seconda tecnologia “pulita” da affiancare all’elettrico. L’intesa con Snam prevede una forte cooperazione sulla comunicazione. “Il gas non è “cool e qualcuno continua a ritenere che non sia sicuro: dobbiamo ribaltare questo luoghi comuni”, ha detto il numero uno di Seat De Meo – sugli sviluppi tecnologici e sulle infrastrutture, potenziando ulteriormente una rete che è già la più capilare d’Europa, con 1300 punti di rifornimento, ma che dovrebbe acquisire altri 200 distributori nei prossimi cinque anni.
Il premier Conte ha sfruttato l’occasione del convegno per rassicurare i vertici Snam confermando che il gasdotto Tap si farà “C’erano tutte le ragioni per proseguire” e per chiedere, da pugliese, una corposa compensazione per il sì all’infrastruttura: “azioni di benessere per il territorio e per la qualità della vita delle famiglie: ambiente, scuole, banda larga, formazione turistico-alberghiera, spazi pubblici”. Invito che la ultilty del gas ha, come immaginabile, raccolto senza batter ciglio, vista l’importanza della posta in gioco e il ruolo di Snam come azionista del consorzio del gasdotto.

 

Grieco e Cabrini

L’iniziativa Snam Partner’s Day – articolata come un talk nella mattinata e proseguita nel pomeriggio con tavoli tematici – ha coinvolto, fra gli altri, la presidente dell’Enel Patrizia Grieco, la presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesu’ Mariella Enoc, il presidente uscente di Fondazione Cariplo Giuseppe Guzzetti, e l’amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti Massimo Tononi a parlare dell’importanza del rapporto delle aziende e delle banche con i territori e della responsabilita’ sociale. Gli amministratori delegati di A2A, Valerio Camerano, di Italgas, Paolo Gallo, e di Acea Stefano Donnarumma, chiamati a discutere di innovazione delle reti e dek sistema delle imprese motore di crescita sostenibile..

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati generali editoria, stampa locale presidio connessione sociale. Corecom, ampliare competenze e più spazio scelta vertici Agcom

Stati generali editoria, stampa locale presidio connessione sociale. Corecom, ampliare competenze e più spazio scelta vertici Agcom

Rai, sì vigilanza a risoluzione M5S su incompatibilità doppio incarico Foa

Rai, sì vigilanza a risoluzione M5S su incompatibilità doppio incarico Foa

Inpgi, Crimi: risanamento o commissariamento. Allargando la platea naturale fine per l’Ordine dei giornalisti

Inpgi, Crimi: risanamento o commissariamento. Allargando la platea naturale fine per l’Ordine dei giornalisti