Facebook: secondo il Nyt fu Sheryl Sandberg a ordinare la raccolta di informazioni su Soros

Facebook fece ricerche sugli interessi finanziari del miliardario George Soros all’inizio dell’anno. Lo riferisce il New York Times, specificando che la richiesta venne dal numero due del gruppo, la coo Sheryl Sandberg.La richiesta, spiega il quotidiano che nelle ultime settimane si è occupato diverse volte del social,  sarebbe stata fatta dopo che Soros definì sia Facebook che Google ‘una minaccia’ durante il suo discorso al World Economic Forum a Davos. All’epoca Facebook era sotto accusa per il modo in cui aveva gestito la campagne di disinformazione della Russia e la proliferazione di discorsi di incitamento odio sulla sua piattaforma.

Fino ad ora la manager aveva affermato di essere intervenuta solo in seguito e per verificare se fossero in corso una raccolta di informazioni sul miliardario. A prendersi la responsabilità era stato il capo della comunicazione Elliot Schrage.

Sheryl Sandberg (Foto Ansa – EPA/LAURENT GILLIERON)

Nello specifico la Sandberg avrebbe chiesto di indagare le critiche di Soros e di scoprire se stava cercando di trarre guadagni a livello finanziario dopo gli attacchi, diminuendo il numero dello sue azioni.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ciaopeople acquisisce Geopop ed entra nel mondo  della divulgazione scientifica. Andrea Moccia direttore editoriale

Ciaopeople acquisisce Geopop ed entra nel mondo della divulgazione scientifica. Andrea Moccia direttore editoriale

Accordo  sulla remunerazione tra Google e stampa francese. Licenze negoziate singolarmente con gli editori

Accordo sulla remunerazione tra Google e stampa francese. Licenze negoziate singolarmente con gli editori

Fedele Usai entra nel mondo della produzione audiovisiva come ad di Tenderstories

Fedele Usai entra nel mondo della produzione audiovisiva come ad di Tenderstories