Tim, Gubitosi scrive ai dipendenti: sfida complessa. Il mio obiettivo è ridare stabilità

Quella di Tim è una sfida complessa ma entusiasmante, da affrontare insieme come un’azienda che ha grandi risorse interne, con l’obiettivo della stabilità. Questi i concetti che Luigi Gubitosi, da poche settimane alla guida di Tim, ha voluto illustrare in una lettera inviata ai dipendenti della telco. “Quella che abbiamo davanti è una sfida complessa ma entusiasmante, che richiederà di rafforzare il business, migliorare la performance finanziaria, e rendere più fluidi i rapporti con gli stakeholders”, ha scritto. In sostanza”, ha spiegato Gubitosi, “il mio obiettivo è ridare a Tim quella stabilità che le manca da tempo”.

Luigi Gubitosi (Foto ANSA/MASSIMO PERCOSSI)

Gubitosi ammette che “il contesto non è semplice ma Tim ha grandi risorse interne che se ben utilizzate possono superare traguardi importanti” e “vorrei che il mio obiettivo diventasse il nostro e che tutti dessero il massimo”.

“Dalle mie passate esperienze”, ha proseguito il manager, “ho imparato che le migliori idee vengono spesso a quelli che lavorano in linea, a chi vive l’azienda giorno per giorno, magari da tempo” per cui, ha scritto ancora, “vi sarei grato se voleste mandarmi suggerimenti, osservazioni, idee, critiche all’email dedicata”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sanremo, la lunga maratona senza effetti sorpresa, il senso di deja vu e solo metà del tempo dedicata alla gara

Sanremo, la lunga maratona senza effetti sorpresa, il senso di deja vu e solo metà del tempo dedicata alla gara

Sanremo chiude in crescendo (53,5%). Vincono i Maneskin, picco con Ermal Meta. Ok Salemme e Juve

Sanremo chiude in crescendo (53,5%). Vincono i Maneskin, picco con Ermal Meta. Ok Salemme e Juve

<strong> 6 marzo </strong> Sanremo chiude crescendo (53,5%). Vincono i Maneskin, picco con Ermal Meta. Ok Salemme e Juve

6 marzo Sanremo chiude crescendo (53,5%). Vincono i Maneskin, picco con Ermal Meta. Ok Salemme e Juve