Classifica dell’informazione online a ottobre. comScore: si accede quasi solo da mobile riducendo molto il tempo speso

Report comScore  con i dati  dell’informazione online  di ottobre 2018 (xls).

 

Il commento di Fabrizio Angelini, ceo di SenseMaker (società che rappresenta in esclusiva comScore in Italia) sul report  dell’informazione online  di ottobre 2018:

I dati di ottobre confermano che la fruizione delle news on-line si sta spostando sempre di più sui device mobili con delle implicazioni importanti sia nella gestione della relazione con i lettori, sia nella capacità di monetizzazione.

Analizzando le audience dei siti delle prime 10 testate giornalistiche emerge che in media il 83% dei lettori vi accede esclusivamente con un device mobile ma una quota assolutamente marginale di questi ultimi lo fa attraverso mobile app.
La prevalente modalità di connessione in mobile browsing ha degli impatti sul grado di fidelizzazione dei lettori che si evince principalmente da due indicatori: a) il rapporto audience mobile giornaliera/audience mobile mensile che per le 50 principali testate on-line raggiunge un valore massimo del 15%; b) il numero medio di visite mese per lettore che in 45 casi è inferiore o uguale a 5 e con le performance migliori fatte registrare da Gazzetta dello Sport (7) e Repubblica (9).

La progressiva migrazione della fruizione sui device mobili produce delle conseguenze significative anche sul tempo speso: la durata media di una visita sui siti di news on-line effettuata con un device mobile è infatti di 1,7 minuti ovvero di oltre tre volte inferiore ad una visita effettuata attraverso Desktop pari a 5,7 minuti.
Le possibilità di approfondimento e attenzione al contenuto così come quelle di monetizzazione pubblicitaria continuano quindi ad essere più forti in ambiente Desktop. E sono proprio i brand editoriali di maggior tradizione a conservare la quota più importante di accessi e, soprattutto, di tempo speso mediante Desktop. Il termini di tempo speso medio totale per lettore/mese sul podio troviamo TGCOM24 (grazie al contributo della componente video), Ansa e Repubblica.

Fabrizio Angelini (foto Comscore)

Fabrizio Angelini (foto Comscore)

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Pubblicità in lieve crescita a ottobre (+0,8%), ma senza search e social va male (-1,4%). Nielsen: pesa l’incertezza economica

Dati Ads: diffusione e vendita a ottobre di quotidiani e settimanali, a settembre dei mensili (TABELLE)

Classifica dei media italiani più attivi sui social e dei post con più interazioni a novembre