Gli americani preferiscono guardare le news. Pew Research: cresce il web, ma la tv resta il mezzo di riferimento

Gli americani preferiscono informarsi guardando le notizie piuttosto che leggendole o ascoltandole. Ma, nonostante il ruolo sempre più centrale della Rete, la televisione continua a essere il principale mezzo di riferimento. Lo sostiene una ricerca del Pew Research Center, pubblicata recentemente e realizzata all’inizio dello scorso agosto, intervistando più di 3400 americani.

Secondo i dati, la fetta di chi predilige guardare le news nel 2018 è pari al 47%, in leggera crescita rispetto a quanto registrato nel 2016 (46%). In crescita anche la percentuale di ascoltatori, passata dal 17% al 19%. Calo invece per il numero di chi preferisce leggere le notizie, sceso dal 35% del 2016 all’odierno 34%.

(elaborazione Pew Research Center)

Guardando ai media di riferimento, la tv resta il mezzo più scelto (44%), seguito da web (34%), radio (14%) e stampa (7%). Confrontando la graduatoria con quella del 2016 non ci sono cambiamenti sulle posizioni, quanto piuttosto alle percentuali di riferimento. Tv e radio hanno registrato oscillazioni dell’ordine del 2% (in positivo per la rseconda, in negativo per la prima), la stampa ha perso 4 punti (nel 2016 era all’11%), mentre l’online è cresciuto di 6 punti (nel 2016 era al 28%).

(elaborazione Pew Research Center)

Entrando nel dettaglio, tra quanti preferiscono guardare le news, la tv resta il mezzo principale, scelto dal 75% degli americani, contro il 20% che preferisce il web (Nel 2016 era l’80% il numero di chi sceglieva la tv contro il 12% di chi guardava online). La Rete è invece la prima scelta tra quanti sostengono di preferire la lettura delle news (67%), staccando nettamente la stampa (17%). La metà di quanti sostengono di preferire l’ascolto come mezzo per informarsi scelgono la radio (52%); seguono tv e web quasi a pari merito (21 e 20%).

La propensione al digitale, come facilmente si può immaginare, indipendentemente dai mezzi considerati risulta essere più marcata tra gli under 50.
Tra quanti leggono le news, il 76% di chi ha meno di 50 anni sceglie l’online contro il 43% degli over 50 che fanno la stessa scelta.
Allo stesso modo, tra quanti scelgono di guardare e ascoltare le notizie, il numero di chi tra i 18 e i 49 anni utilizza l’online è 3 volte maggiore rispetto a chi, tra gli utenti più maturi, fa la stessa scelta.

(elaborazione Pew Research Center)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

I social cambiano la scrittura dei programmi tv e ne amplificano l’audience. CLASSIFICA canali, programmi e influencer più seguiti sui social

I social cambiano la scrittura dei programmi tv e ne amplificano l’audience. CLASSIFICA canali, programmi e influencer più seguiti sui social

Pubblicità a +0,6% nel 2019 e +2,1% nel 2020. Le previsioni del Centro Studi Una. Traina il digitale, la stampa perde terreno

Pubblicità a +0,6% nel 2019 e +2,1% nel 2020. Le previsioni del Centro Studi Una. Traina il digitale, la stampa perde terreno

Nel 2021 le persone saranno connesse per più di 930 ore l’anno. Tv media preferito, ma in calo. Dati Zenith

Nel 2021 le persone saranno connesse per più di 930 ore l’anno. Tv media preferito, ma in calo. Dati Zenith