A Zenith il budget globale di Lactalis

Altra sfida di mercato importante andata ad esito favorevole prima della fine dell’anno. Dopo quella, sempre vittoriosa di Luxottica, Zenith si aggiudica la gara globale per il consolidamento del media di Lactalis ed è stata nominata Master Agency Partner nel 75% dei mercati del brand. Con questa vittoria, infatti, Zenith si riconferma il centro media di Lactalis nei mercati EMEA, APAC e Lat Am e si aggiudica 11 nuovi paesi tra cui Canada, Regno Unito e Stati Uniti, con il coordinamento internazionale gestito dal quartier generale a Londra.

Vittorio Bonori, Global Brand President di Zenith (nella foto), ha dichiarato: “Siamo davvero felici di essere Master Agency Partner di Lactalis. Questo è il riconoscimento alla solida relazione che abbiamo saputo costruire con Lactalis e all’approccio di Zenith come ROI Agency, in grado di guidare la crescita del business”. L’agenzia lavorerà con Lactalis sia a livello centrale che a livello locale, per raggiungere gli obiettivi di crescita dell’azienda.

Lactalis è uno dei leader globali nel settore lattiero–caseario, con marchi che mantengono la leadership in ciascuno dei mercati locali in cui è presente. L’azienda è il primo produttore al mondo di formaggi e leader europeo per il consumo di latte, burro e panna.  L’agenzia italiana  è guidata da Andrea Di Fonzo.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, ecco i project leader previsti dal piano Salini di trasformazione in media company digitale  – I NOMI

Rai, ecco i project leader previsti dal piano Salini di trasformazione in media company digitale – I NOMI

Cardani (Agcom): responsabilità politica su fake news. Servono riflessione competente e confronto continuo

Cardani (Agcom): responsabilità politica su fake news. Servono riflessione competente e confronto continuo

Le Monde, trattative in esclusiva tra Pigasse e Kretinsky per rilevare la quota di Prisa. I due vicini a diventare primi azionisti del quotidiano

Le Monde, trattative in esclusiva tra Pigasse e Kretinsky per rilevare la quota di Prisa. I due vicini a diventare primi azionisti del quotidiano