Messaggero Sant’Antonio, i giornalisti licenziati occupano gli uffici. Frati: motivi economici ma continuano le pubblicazioni

Ufficio del ‘Messaggero di Sant’Antonio’ ‘occupato’ dai giornalisti licenziati dai frati minori conventuali della Basilica del Santo. Hanno dormito in redazione, e hanno deciso di darsi il turno per proseguire l”occupazione’fino a quando qualcuno non darà loro le garanzie di poter continuare a lavorare. E’ iniziata da ieri, giovedì 6 dicembre, la mobilitazione degli otto giornalisti del ‘Messaggero di Sant’Antonio’, il mensile dei frati della Basilica, che in mattinata avevano ricevuto la notizia della chiusura della redazione a far data dal 14 gennaio. I frati hanno spiegato che la decisione è stata presa per motivi economici, hanno anche detto che le pubblicazioni continueranno anche se non è ancora ben chiaro chi scriverà il giornale.
In sostegno alla mobilitazione oggi arriverà da Roma il presidente della Federazione nazionale della stampa italiana, Beppe Giulietti. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Rai: Laganà, Usigrai, Fnsi e Odg preoccupati per le parole di Di Maio: a rischio posti di lavoro; volontà di colpire il pluralismo

Open presenta la squadra di redattori: fotoreporter, videomaker, esperti di contenuti verticali e di esteri

Rai, arriva l’infornata di vice direttori dei tg. Presentati anche i piani editoriali