Messaggero Sant'Antonio, i giornalisti licenziati occupano gli uffici. Frati: motivi economici ma continuano le pubblicazioni

Condividi

Ufficio del ‘Messaggero di Sant’Antonio’ ‘occupato’ dai giornalisti licenziati dai frati minori conventuali della Basilica del Santo. Hanno dormito in redazione, e hanno deciso di darsi il turno per proseguire l”occupazione’fino a quando qualcuno non darà loro le garanzie di poter continuare a lavorare. E’ iniziata da ieri, giovedì 6 dicembre, la mobilitazione degli otto giornalisti del ‘Messaggero di Sant’Antonio’, il mensile dei frati della Basilica, che in mattinata avevano ricevuto la notizia della chiusura della redazione a far data dal 14 gennaio. I frati hanno spiegato che la decisione è stata presa per motivi economici, hanno anche detto che le pubblicazioni continueranno anche se non è ancora ben chiaro chi scriverà il giornale.
In sostegno alla mobilitazione oggi arriverà da Roma il presidente della Federazione nazionale della stampa italiana, Beppe Giulietti. (ANSA).