La compagnia del cigno, nuova fiction di Rai1. Andreatta: Un racconto di formazione epico

A voler dare un’etichetta alla nuova serie tv di Rai1, ‘La compagnia del cigno’ che andrà in onda per sei serate a partire dal 7 gennaio – alle 21.25, anche martedì 8 gennaio e i lunedì successivi – la si potrebbe definire un “racconto di formazione epico”. O almeno è così che il direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta sintetizza l’opera ambientata a Milano, firmata e girata da Ivan Cotroneo che racconta di un gruppo di ragazzi, fra i 15 e i 18 anni, nel percorso che li prepara al futuro di fronte a due sfide: mettere alla prova il talento e imparare che si vince insieme. “Ci sono anche i valori del servizio pubblico in questa storia”, continua Andreatta, “che parla dei giovani e di come sia difficile crescere”: la storia infatti, prodotta da Indigo Film in collaborazione con Rai Fiction, racconta di sette adolescenti molto diversi fra loro per estrazione, temperamento, forza e carattere che frequentano il conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, una città che può aprire i loro sogni al mondo. Sono tutti musicisti di talento, costretti a misurarsi con la vita, le famiglie, le regole della disciplina e con un durissimo direttore d’orchestra – il maestro Marioni, interpretato da Alessio Boni – che pretende il massimo da ciascuno. Uno “che mette gli studenti di fronte a tante prove e alla disciplina. E in un mondo carente di figure di riferimento, quella di un buon maestro è importante”, dice Andreatta.

L’attore Alessio Boni

Con Boni, sul set ci sono anche Anna Valle, Alessandro Roia, Carlotta Natoli, Francesca Cavallin, Stefano Dionisi, Giorgio Pasotti, Marco Bocci, Rocco Tanica, Claudia Potenza e Giovanna Mezzogiorno. Insieme a loro, i ragazzi del Conservatorio, sette giovani attori e musicisti selezionati nei diversi Conservatori d’Italia, ovvero Fotinì Peluso, Emanuele Misuraca, Leonardo Mazzarotto, Ario Sgroi, Francesco Tozzi, Hildegard De Stefano e Chiara Pia Aurora.

“L’obiettivo”, riprende Andreatta, “è raccontare la diversità del Paese e Milano è stata sempre sfiorata dal viaggio che la fiction stava compiendo, senza mai diventare protagonista. Per noi Milano è una capitale internazionale, un luogo prezioso in cui molti giovani trovano il loro luogo d’elezione. E ci sono anche i valori del servizio pubblico in questa storia, che parla dei giovani, del sacrifico e della disciplina che riguardano la musica classica, intesa come qualcosa che appartiene alla vita di oggi. È una fiction che riesce a essere divulgativa perché è la colonna sonora della vita di questi ragazzi. L’ibridazione della classica con la musica di oggi, a partire dalla sigla di Mika, è la cifra della fiction”.

E poi: “Gli adolescenti sono supereroi moderni, fragili e forti allo stesso momento. L’amicizia e la musica sono la forza, da soli è difficile ottenere risultati, ma insieme questa possibilità è concessa”.

Andreatta Eleonora, direttore di Rai Fiction (foto Olycom)

Andreatta Eleonora, direttore di Rai Fiction (foto Olycom)

Il progetto, oltre al già citato Mika, coinvolge l’orchestra della Rai, il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e la Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma. “Grazie per l’atto di fiducia per Milano”, afferma il sindaco Beppe Sala, intervenuto alla presentazione del progetto. “I luoghi dicono tanto, certamente ci sono la cultura e i valori ambrosiani. Noi politici dobbiamo stimolare un’idea intorno al quale la città si sviluppa e i milanesi hanno accettato la sfida della contemporaneità dove il racconto diventa fondamentale, ma se una città non funziona è impossibile fare un racconto”.

“La serie rappresenta un percorso iniziato anni fa lavorando con Ivan Cotroneo, entrando nei conservatori, luoghi della musica e della contemporaneità, dove abbiamo visto che ci si impegna per costruire un futuro”, dice Francesca Cima, produttore di Indigo Film. “Parallelamente alla messa in onda ci sarà un progetto discografico e altri progetti collaterali, con il Maestro Gabriele Roberto che ha curato la produzione musicale. Come la pubblicazione di otto libri dedicati ai ragazzi protagonisti e il lavoro di Universal Music che curerà tutto il progetto discografico che accompagnerà la messa in onda della serie”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati Generali Editoria, Lorusso: al via col piede sbagliato. Affossate proposte per Inpgi e contrasto precariato

Stati Generali Editoria, Lorusso: al via col piede sbagliato. Affossate proposte per Inpgi e contrasto precariato

Partnership Rai-China Media Group. Salini: cooperazione per televisione, radio, cinema e attività di formazione

Partnership Rai-China Media Group. Salini: cooperazione per televisione, radio, cinema e attività di formazione

Accordo di partnership tra Ansa e il gruppo multimediale cinese Xinhua

Accordo di partnership tra Ansa e il gruppo multimediale cinese Xinhua