Sciopero di 24 ore all’Ansa. Il Cdr: dopo anni di tagli sui costi, gli editori smettano di scaricare i problemi di bilancio sull’agenzia

Sciopero Ansa dalle 7 di oggi per 24 ore. Come spiega una nota, il Cdr dell’Ansa “prende atto della volontà dei vertici aziendali di non procedere con un reintegro dell’organico redazionale al termine del piano di crisi che ha consentito il raggiungimento dell’equilibrio di bilancio”.

“Il Cdr – consapevole della gravità del quadro generale del mondo dell’editoria – ritiene comunque imprescindibile, anche alla luce dei nuovi prodotti che la redazione si appresta a realizzare, che il tema dell’organico venga urgentemente affrontato.

Il Cdr, dopo anni di sacrifici che hanno decimato il corpo redazionale, rigetta inoltre la logica dei soci editori, improntata al mero contenimento dei propri costi al di fuori di una prospettiva di sviluppo e alla volontà di scaricare i propri problemi di bilancio sull’agenzia, che deve essere considerata un bene pubblico per il Paese.

Il Cdr proclama 24 ore di sciopero a partire dalle ore 7 del 21 dicembre e convoca l’assemblea generale per mercoledì 9 gennaio 2019”.

La Fnsi ha espresso “pieno sostegno ai colleghi” dell’Ansa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rcs, Cairo: ragioniamo su lancio di un settimanale finanziario. L’arbitrato con Blackstone? Atto dovuto per tutelare gli azionisti

WhatsApp: allo studio una funzione per verificare l’attendibilità delle foto

Nasce Mediapro ‎Studio: 200 milioni per produrre contenuti