Le novità di Radio 1 Rai. Sergio: pluralismo e ampiezza di informazione. Mazzà: sempre più all news

Roberto Sergio, direttore di Rai Radio, ha colto l’occasione della conferenza stampa di presentazione del palinsesto di Radio 1, insieme al neo direttore Luca Mazzà, per dare informazioni sul percorso avviato per rinnovare e rafforzare l’offerta radiofonica di Viale Mazzini, “In gran parte già compiuto” – ha detto Sergio – “e che si sviluppa su più fronti: dalla copertura del segnale digitale alla comunicazione, dalla fornitura di kit per produzioni in mobilità alle partnership”. Obbiettivi? “Ridurre i tempi produttivi e avere la possibilità di coprire un maggior numero di eventi. Nel mondo di oggi dove l’informazione è davvero real time, queste scelte strategiche sono cruciali per un posizionamento vincente di Rai Radio 1, Rai Radio 1 Sport e Gr Parlamento”, dice Sergio. “Con Luca Mazzà, che guida i due canali, siamo subito entrati in grande sintonia e sono sicuro che farà un ottimo lavoro”.

Roberto Sergio (foto RadioRai)

Roberto Sergio (foto RadioRai)

In progetto anche un nuovo studio a Saxa Rubra interamente dedicato a Rai Radio 1, Rai Radio 1 Sport, Gr Parlamento. Lo studio sarà costruito in modalità radio televisiva, come i nuovi nati di via Asiago: studi polivalenti, moderni, dotati delle più avanzate tecnologie. In particolare tutti i nuovi studi permettono le riprese televisive per la messa in onda sulle tv connesse.

Roberto Sergio e Luca Mazzà (foto uff stampa Radio Rai)

Roberto Sergio e Luca Mazzà (foto uff stampa Radio Rai)

“Per il palinsesto di Radio1 più informazione e notizie in diretta, senza rinunciare alla musica di qualità”, ha spiegato il nuovo direttore , Luca Mazzà (responsabile anche dei Gr Rai) illustrando il nuovo palinsesto della prima rete radiofonica della Rai, “che – dice – “accentua la sua vocazione all news. Un Gr ogni ora e programmi di rete con approfondimenti e fili diretti con il contributo di commentatori, opinionisti ed esperti”, ha raccontato Mazza’, arrivato alla radio dopo la direzione del Tg3, spiegando che “sarà un racconto che valorizzerà l’identità del Gr1, Gr2, Gr3 accentuando la differenziazione tra le reti. Tra le novità del Gr1 c’è l’allungamento di tre minuti dell’edizione delle 8:00, una delle più importanti, per rafforzarne il carattere di “ammiraglia” dell’informazione”- ha detto il neo direttore. “Un ampliamento controcorrente che consentirà l’approfondimento della notizia del giorno con interviste e schede esplicative.” In sintonia il palinsesto della rete Radio1 ” che avrà’ più informazione e notizie in diretta, senza rinunciare alla musica di qualita’, accentuando la sua vocazione all news”chiude Mazza’ . (Ultima modifica 8.1.2019 ore 8.35)

Luca Mazzà (foto uff stampa Radio Rai)

Luca Mazzà (foto uff stampa Radio Rai)

 

Le principali novità del 2019

Il mattino di Radio1

Il mattino di Radio1 è la trasmissione che accompagna il risveglio degli italiani. Un nuovo format dove troveranno spazio le notizie più aggiornate della notte, la rassegna stampa ma anche la musica di qualità e l’intrattenimento intelligente affidato a e Gianmaurizio Foderaro e Dario Salvatori, due voci storiche della Radio. Per la parte giornalistica si alterneranno di settimana in settimana Francesco D’Ayala e Giovanni Acquarulo, il tutto affidato alla cura di Carlo Cianetti. News, aneddoti, curiosità, anche attraverso lo sterminato patrimonio delle Teche Rai, e poi un nuovo modo di offrire le informazioni meteo e sulla viabilità con la presenza in studio dei colleghi di Rai pubblica utilità, fino all’oroscopo della giornata. Il mattino di Radio 1 sarà il buongiorno radiofonico all’Italia, dalle 05.05 alle 07.00, dal lunedì al venerdì.

Centocittà. In diretta con l’Italia

Cento città. In diretta con l’Italia, è lo sguardo rigoroso di Radio 1 sul territorio e le realtà locali. In collaborazione con la Tgr, Cronaca, storie, eccellenze, il costume, gli appuntamenti, l’attualità sempre con voi per vivere scoprire sorprendervi da ogni angolo della nostra penisola. Dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 10.30 (il lunedì a partire dalle 10.00).

Ilaria Amenta, Gianluca Semprini (‘prestato’ da RaiNews24, per lui un ritorno alla radio) e Duccio Pasqua per la parte musicale vi aspettano ogni mattina dal 7 Gennaio su Radio1.

Radio1 Giorno per Giorno

Nello spazio di informazione del secondo mattino torna con una veste ampliata e rinnovata Radio1 Giorno per giorno. Tanta attenzione alla cronaca e all’attualità con una sensibilità particolare rivolta alla vita quotidiana degli ascoltatori alle prese con la salute, i consumi, i risparmi e le esigenze familiari. Diritti e doveri dei cittadini declinati in diversi contesti: scuola, ambiente, lavoro, tribunali, ospedali, pubblica amministrazione, banche.

La trasmissione, condotta da Eleonora Belviso e Francesca Romana Ceci dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 11.45 si arricchisce di nuove voci: quella di Savino Zaba, che intreccerà alla cronaca, alle interviste e testimonianze, il racconto e le suggestioni che arrivano dal mondo della musica. Le pillole di salute di Annalisa Manduca e le tendenze delle società a cura di Maria Teresa Lamberti. Infine l’appuntamento quotidiano con Marco Liorni, noto volto televisivo ma da sempre amante della radio, che racconterà la sua Italia.

Radio di Bordo

Dove vanno i marinai… e non solo loro. Voci dal mare, tra grandi avventure e momenti di vita quotidiana. Racconti di chi vive sulle coste e tra le onde per passione o per necessità, per svago o lavoro, sport o turismo. Un ambiente da rispettare e difendere. Una costa da riscoprire e valorizzare. Una cultura che affonda le proprie radici nell’abilità dei navigatori. “Radio di Bordo” lascia gli ormeggi ed è pronta a salpare. Con Raffaele Roselli, dal 12 gennaio ogni sabato alle 10.05 su Radio1.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, ecco i project leader previsti dal piano Salini di trasformazione in media company digitale  – I NOMI

Rai, ecco i project leader previsti dal piano Salini di trasformazione in media company digitale – I NOMI

Cardani (Agcom): responsabilità politica su fake news. Servono riflessione competente e confronto continuo

Cardani (Agcom): responsabilità politica su fake news. Servono riflessione competente e confronto continuo

Le Monde, trattative in esclusiva tra Pigasse e Kretinsky per rilevare la quota di Prisa. I due vicini a diventare primi azionisti del quotidiano

Le Monde, trattative in esclusiva tra Pigasse e Kretinsky per rilevare la quota di Prisa. I due vicini a diventare primi azionisti del quotidiano