Assocom e Unicom si fondono e diventano Una, Aziende della Comunicazione Unite

Si sono svolte nella giornata odierna le Assemblee Straordinarie di Assocom e Unicom, nel corso delle quali gli associati hanno deliberato l’approvazione del progetto di fusione mediante incorporazione in Una, Aziende della Comunicazione Unite, una nuova realtà associativa nel mondo della comunicazione.

La fusione deliberata oggi diventerà effettiva una volta trascorsi i 60 giorni previsti per legge dal deposito del verbale. A partire da tale data potrà essere convocata l’assemblea elettiva che nominerà il nuovo consiglio di Una, all’interno del quale sarà individuato il presidente.

Fino alla data delle elezioni, precisa una nota, le attività ordinarie di entrambe le associazioni saranno portate avanti dai membri dello steering commitee, già nominati come consiglieri pro-tempore di Una. Obiettivo di questo organismo è garantire continuità sui progetti già avviati, e soprattutto gestire le formalità che porteranno alle nuove elezioni, inclusa la definizione di una data per le stesse e le modalità e i tempi di raccolta delle candidature.

Emanuele Nenna, presidente di Assocom, e Alessandro Ubertis, presidente di Unicom

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Copyright, sottosegretario Vacca (M5s): risposta sbagliata a giusto problema. Favorisce i grandi gruppi editoriali a discapito dei piccoli

Copyright, sottosegretario Vacca (M5s): risposta sbagliata a giusto problema. Favorisce i grandi gruppi editoriali a discapito dei piccoli

Cairo Communication: nel 2018 utile a 60,3 milioni, in crescita del 19,5%. Proposto dividendo a 0,14 euro

Cairo Communication: nel 2018 utile a 60,3 milioni, in crescita del 19,5%. Proposto dividendo a 0,14 euro

Lucetta Scaraffia e la redazione di Donne Chiesa Mondo lasciano in blocco l’inserto mensile dell’Osservatore Romano

Lucetta Scaraffia e la redazione di Donne Chiesa Mondo lasciano in blocco l’inserto mensile dell’Osservatore Romano