Askanews, Cda chiede ammissione a concordato preventivo con riserva

Il Cda dell’agenzia di stampa Askanews ha deliberato ieri di chiedere l’ammissione della società alla proceduta di concordato preventivo “con riserva”.

Lo dice una nota aggiungendo che la decisione si è resa necessaria a causa “di una prolungata situazione di squilibrio finanziario e patrimoniale derivante dal mancato riconoscimento da parte della presidenza del consiglio dei ministri del servizio reso dall’1 ottobre 2017 al 15 agosto 2018 oltre che dal mancato perfezionamento della relativa transazione con l’amministrazione finalizzata a definire il giudizio in corso tra le parti”.

“L’accesso al concordato con riserva rappresenta il percorso più efficace per porre in sicurezza e valorizzare il patrimonio della Società così da tutelare al meglio tutti i portatori di interessi, in particolar modo i creditori e i dipendenti di Askanews”, prosegue la nota.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati Generali dell’Editoria, accrediti entro le ore 16. Diretta streaming sul sito del Governo

Stati Generali dell’Editoria, accrediti entro le ore 16. Diretta streaming sul sito del Governo

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre