Mauri: Mondadori interessata ad acquisizioni nel ramo libri in Uk, Francia e Spagna. Possibile closing a fine mese per France

La trattativa per la cessione di Mondadori France da parte di Mondadori “sta andando bene”. Ad affermarlo l’amministratore delegato di Mondadori, Ernesto Mauri. Intercettato a margine dei lavori della Mid Cap Conference in corso presso la sede di Mediobanca, a chi gli chiedeva se fosse possibile ipotizzare il closing dell’operazione entro fine mese, Mauri ha risposto “speriamo, dovrebbe essere così”. “I tempi sono molto stretti”, ha rimarcato, spiegando come siano in fase di definizione “gli aspetti legali, perché un contratto del genere – nella cessione di un’azienda come quella le questioni legali sono tante – è un problema più legale che altro”.

Ernesto Mauri

Ernesto Mauri

Sulla valorizzazione degli asset, l’a.d. ha risposto che “è la stima che è venuta fuori sui giornali, più verso la forchetta alta che quella bassa, tra i 70 e gli 80 milioni di euro”.

Il manager ha poi confermato come tra gli obiettivi futuri del gruppo di Segrate ci siano acquisizioni nel ramo libri nei mercati di Gran Bretagna, Francia e Spagna. “Il nostro obiettivo è quello di spostarci sempre di più verso dei business meno soggetti a questo tsunami del digitale, quindi più libri e anche più digitale, nel senso che è un business che cresce”. Mauri ha inoltre spiegato che “nei libri, i Paesi più importanti sono tre: Uk, Francia e Spagna. Sono i Paesi dove dal punto di vista librario il business è grosso”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rcs: utile netto 2018 in crescita a 85,2 milioni; dal digitale il 16,7% dei ricavi. Dopo 10 anni torna al dividendo

Da Piero Angela a Bernard-Henri Lévy. Tutti i sostenitori della battaglia per la vita di Radio Radicale

Mediaset, Ps Berlusconi: dobbiamo cambiare passo, espandersi all’estero per crescere ancora