Cristina Martín Conejero è il nuovo ceo di Hearst Spagna

Giacomo Moletto, ceo Hearst Italia e Western Europe, ha annunciato oggi la nomina di Martín Conejero alla guida di Hearst Spain che pubblica 22 brand tra cui Elle, Harper’s Bazaar, Esquire, New Style, Frames, Cosmopolitan e Ten Minutes.  

Cristina Martín Conejero (foto uff stampa Hearst)

Cristina Martín Conejero (foto uff stampa Hearst)

Cristina Martín Conejero ha iniziato la sua carriera in Andersen Consulting per poi dedicarsi al settore dei media.
Ha lavorato in Prisacom (Prisa Group) con sempre maggiori responsabilità, fino a diventare Managing Director di El País.com e, in seguito, Head of Development and Digital Operations di El País.
Nel 2010 Cristina entra in Vocento come Internet Director National Media, poi general Director Online Classifieds fino a ricoprire l’incarico, dal 2015, di Chief Digital Officer del gruppo.
Cristina ha saputo unificare e rafforzare le attività digitali del gruppo e le sue business unit. E’ stata responsabile del business di Classifieds e delle relative attività digitali, inclusi i settori Analytics e Data management, Client Strategy, Digital business and Innovation. Cristina si è laureata in Economics, Business and Law (ICADE E-3) presso l’Università Pontificia de Comillas oltre ad aver conseguito un Master in Management presso l’IESE.

Hearst Spain  pubblica 22 brand. Tra i suoi brand, ELLE, Harper’s Bazaar, Esquire, New Style, Frames, Cosmopolitan, Ten Minutes. Nel digitale, Hearst Spain vanta oltre 10 milioni di visitatori unici e 19 milioni di followers in RRSS. Realizza inoltre contenuti per terzi, numerosi eventi e offre corsi di training in collaborazione con l’Università Complutense di Madrid.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Anche un gruppo cinese per l’edizione dei Premi Leonardo 2018. Riconoscimenti a qualità e valore delle aziende italiane

Google: multa Ue da 1,4 miliardi per abuso di posizione dominante con AdSense. Vestager: impedita concorrenza su adv dei motori ricerca

Inpgi, Crimi: via a tavolo separato per soluzione rapida ma complessiva. Accelerare con un emendamento non è stato correttissimo