Tim, il Cda presenta i risultati preliminari del 2018. Il 21 febbraio la presentazione del nuovo piano

Tim si aspetta un Ebitda consolidato complessivo organico intorno a 8,1 miliardi di euro con quello domestico stimato in diminuzione (mid single digit) rispetto all’anno precedente, nonostante la maggiore resilienza di Tim rispetto al mercato. Lo si legge in una nota al termine del cda Tim, che ha esaminato i risultati preliminari 2018 e il budget 2019. “Le prime stime per la Business Unit Domestic ipotizzano un andamento della performance operativa che sconta le dinamiche competitive che hanno impattato l’esercizio 2018 (già ampiamente commentate in sede di rendiconto trimestrale al 30 settembre 2018) e si prevede influiscano anche sul 2019, in particolare sul primo semestre.

La sede di Tim a Rozzano (Milano) (Foto Ansa / Matteo Bazzi)

Dall’analisi dei risultati preliminari gestionali “è confermato l’andamento dei ricavi organici di gruppo. L’indebitamento finanziario netto consolidato rettificato è atteso nell’intorno di 25.2 miliardi di euro dopo il pagamento di licenze per 513 milioni di euro” precisa la nota. Ma avverte che “poiché tutte le attività di consuntivazione del Bilancio 2018 sono tuttora in corso, tali informazioni gestionali non devono essere considerate definitive e sono suscettibili di variazioni”. I risultati preliminari sono in linea con il ‘consensus’ tra gli analisti raccolto da Bloomberg che indicava un ebitda di 8,18 miliardi (-5%), ricavi per 19,2 miliardi (-3,2%) e un utile netto di 1,54 miliardi che con le svalutazioni (se non ce ne saranno altre) volgerà in una perdita di 500 milioni. I 9 mesi avevano visto l’ebitda attestarsi a circa 6 miliardi di euro ma il periodo si era chiuso in rosso, con una perdita di 800 milioni, dopo la svalutazione dell’avviamento domestico per 2 miliardi. I ricavi erano stati pari a 14 miliardi di euro.

Il piano 2019-2021 verrà presentato per l’approvazione del Consiglio di Amministrazione il prossimo 21 febbraio, unitamente ai risultati definitivi del bilancio 2018.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Usigrai, in Rai sembra ci siano due aziende; inaccettabile che la direttrice di Rai1 consideri editore il Governo

Usigrai, in Rai sembra ci siano due aziende; inaccettabile che la direttrice di Rai1 consideri editore il Governo

Radio Radicale, Crimi: i 3 milioni in più concessi per 2019 peseranno su riparto del fondo pluralismo

Radio Radicale, Crimi: i 3 milioni in più concessi per 2019 peseranno su riparto del fondo pluralismo

Garante Privacy su criptovaluta Facebook: così i big del web diventano stati-padroni, no a monarchie digitali

Garante Privacy su criptovaluta Facebook: così i big del web diventano stati-padroni, no a monarchie digitali