Chi si abbona online lo fa per accedere a contenuti illimitati. La mattina è il momento migliore per informarsi

Qual è il vantaggio più grande per chi paga per le notizie online? Avere accesso illimitato ai contenuti. Lo sostiene una ricerca firmata dal sito Twipe, realizzata su circa 4000 persone in America e in sei Paesi europei. Secondo lo studio, sintetizzato su NiemanLab, la seconda motivazione che spinge a sottoscrivere abbonamenti è la possibilità di accedere anche alle edizioni stampate (36,7%). Tra gli altri motivi, anche i benefit riservati solo a chi paga, rappresentati non solo dai contenuti, ma anche dalla partecipazione a eventi esclusivi.

Per la maggior parte degli intervistati, il tempo medio speso a leggere news va dai 5 ai 20 minuti al giorno.
La mattina presto sembra essere il momento più scelto per informarsi, al punto che alcuni lettori tra Svizzera e Germania hanno segnalato la possibilità di leggere in anticipo i giornali nelle versioni digitali rispetto alle edizioni cartacee come uno dei vantaggi dovuti alla sottoscrizione di abbonamenti.

Sul perchè gli utenti scelgano di abbonarsi, in cima alle motivazioni secondo lo studio c’è l’impossibilità di ottenere in altri modi news in quel formato senza una sottoscrizione (30,6%), e, più distaccato, l’interesse per testate che coprano temi o contenuti particolari (18.9%). Per l’11% invece a dare una spinta è stato l’aver raggiunto il limite di contenuti gratis fruibili. Tra le altre ragioni, l’esempio di amici e familiari (6,7%), ma anche questioni di carattere economico, come la presenza di sconti e promozioni, o il cambio della propria situazione finanziaria.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rcs, Cairo: ragioniamo su lancio di un settimanale finanziario. L’arbitrato con Blackstone? Atto dovuto per tutelare gli azionisti

WhatsApp: allo studio una funzione per verificare l’attendibilità delle foto

Nasce Mediapro ‎Studio: 200 milioni per produrre contenuti