Netflix entra nella Mpaa, associazione che riunisce gli studios americani

Netflix è entrata a far parte della Motion Picture Association of America (Mpaa), la storica associazione che promuove gli interessi degli studi cinematografici e che include tra i membri società come Walt Disney, Metro-Goldwyn-Mayer, Paramount Pictures, 20th Century Fox, Universal Studios e Warner Bros.
Netflix è la prima società internet a mettere piedi nell’associazione, che ha 97 anni.

“Sono lieto di dare il benvenuto a Netflix come partner”, ha detto Charles Rivkin, presidente e ceo dell’Mpaa. “Tutti i nostri membri si impegnano a far progredire l’industria cinematografica e televisiva, sia nel modo in cui raccontiamo le storie sia nel modo in cui raggiungiamo il pubblico. L’ingresso di Netflix ci consentirà di difendere ancora più efficacemente la comunità globale degli autori”.

Reed Hastings (Foto Ansa – EPA/BRITTA PEDERSEN)

Secondo Ted Sarandos, chief content officer di Netflix, l’ingresso nell’associazione è un esempio dell’impegno della società “a garantire la vitalità di queste industrie creative e delle molte persone di talento che lavorano in loro in tutto il mondo.”

La mossa arriva mentre il gigante dello streaming sta aumentando il numero delle sue serie tv originali e dei suoi film, uno dei quali, Roma, ha ottenuto 10 nomination agli Oscar.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rcs, Cairo: ragioniamo su lancio di un settimanale finanziario. L’arbitrato con Blackstone atto dovuto

Google: multa Ue da 1,4 miliardi per abuso di posizione dominante con AdSense. Vestager: impedita concorrenza su adv dei motori ricerca

Editoria, accordo Sole 24 Ore e il quotidiano cinese Economic Daily. In futuro possibili partnership per attività ed eventi su temi economici