Email e social, seo e sem al centro delle strategie di marketing digitali. Sondaggio Diennea-Human Highway

Sono sempre più gli strumenti digitali a disposizione delle aziende, ma email marketing, seo/sem e social media si confermano colonne portanti nelle strategie di marketing digitale. Seguono display adv e forme di clusterizzazione degli utenti, tra cui marketing automation. Così un sondaggio condotto da Diennea, azienda specializzata in progetti di digital marketing, e Human Highway, società che si occupa di indagini in rete. A rispondere alle domande decision maker appartenenti a 40 aziende italiane medio-grandi, dai responsabili marketing e comunicazione ai crm manager, che gestiscono i budget dedicati ad attività di marketing digitale B2B e B2C in svariati settori, dal finance all’automotive, al fashion, al retail, al food&beverage.

Nonostante la proliferazione di nuove modalità di contatto e comunicazione, ciò che è emerso dall’indagine è che le colonne portanti di ogni strategia rimangono email marketing e seo/sem, che con i social media si classificano come i tre strumenti di marketing digitale più utilizzati dalle aziende, seguite dal display adv. L’analisi comportamentale sui siti, l’uso della marketing automation e la clusterizzazione degli utenti costituiscono un successivo blocco dedicato all’ottimizzazione delle azioni.

L’uso dei vari strumenti vede prioritaria la costruzione di una relazione con i clienti tanto che, prima della fase di vendita, risultano due principali obiettivi: comunicare con la propria customer base (50%) e acquisire nuovi clienti (47%).

“Sono considerati strumenti del futuro quelli che si servono del dato per profilare il cliente e indirizzare le azioni in modo mirato”, afferma Florida Farruku, general manager di Diennea. “Alla luce di questa considerazione, l’obiettivo di ogni strategia, è mettere il cliente sempre al centro, conoscerlo, sapere dove si trova all’interno del journey e con quale strumento intercettarlo. Le più mature in questo senso risultano le aziende che sviluppano il proprio business al di fuori dell’Europa”.

Dall’indagine emerge anche una forte attenzione al contatto (prospect o cliente fidelizzato) in tutte le fasi della relazione con il cliente, a ciascuna delle quali corrispondono uno o più strumenti digitali.

Partendo dalla fase iniziale dell’acquisizione del cliente, il 71% delle aziende coinvolte nella survey afferma che performano meglio il website tracking (71%) e i social media (64%);  quest’ultimi, accanto al loyalty program, mezzo prediletto dal 90% delle aziende per la fidelizzazione dei clienti, si presentano come buoni strumenti nella profilazione degli utenti (70%).

Nella fase di vendita, invece, il 66% delle aziende mette in pole position l’e-mail marketing, scelto dall’84% anche come canale privilegiato per la comunicazione ai clienti e la riattivazione dei clienti dormienti (63% dei rispondenti).

Un altro aspetto indagato all’interno della ricerca riguarda la marketing intelligence descritto come un aspetto ancora poco esplorato dalle aziende. La maggior parte (80%) dichiara di utilizzare i sistemi di reporting più diffusi come Google Analytics o Facebook Insights. L’analisi dei dati, prodotta da risorse interne, è limitata a 4 casi su 10. Per quanto riguarda il futuro, un 32% delle aziende non sa ancora precisamente quali tecnologie andrà ad adottare, invece il 18% darà spazio a strumenti di analisi avanzata, come la data management platform, e il 15% a tool di business intelligence e dashboard.

“Le aziende sono consapevoli che l’analisi e l’uso strategico dei dati sono elementi fondamentali e cercano partner in grado di accompagnarle in questo percorso”, commenta Galizio De Galitiis, chief marketing officer Diennea. “Diennea si sta muovendo esattamente in questa direzione, concentrandosi sempre sulle richieste del cliente”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Escort Advisor lancia la prima campagna pubblicitaria in Italia di un sito ‘per adulti’. EA: la prostituzione in Italia vale 4 miliardi di euro

Escort Advisor lancia la prima campagna pubblicitaria in Italia di un sito ‘per adulti’. EA: la prostituzione in Italia vale 4 miliardi di euro

Bnl, al via la campagna di comunicazione ‘Cambiare in positivo è una scelta possibile’

Bnl, al via la campagna di comunicazione ‘Cambiare in positivo è una scelta possibile’

Good Morning Italia lancia l’abbonamento con Satispay

Good Morning Italia lancia l’abbonamento con Satispay