Quattro giorni di sciopero a Intimità e Love Story

Quattro giorni di sciopero sono stati proclamati dalle redazioni dei settimanali Intimità, dopo la decisione da parte della casa editrice di licenziare una giornalista, e Love Story. Periodici che appartengono al gruppo Quadratum.

“Saremo al fianco dei colleghi delle testate che hanno deciso di astenersi dal lavoro – ha dichiarato il presidente dell’Alg, Paolo Perucchini – Una scelta opportuna e necessaria per contrastare un chiaro atto di ostilità da parte della proprietà nei confronti del corpo redazionale”.

Solidarietà alla giornalista è stata espressa anche dal Gist, il Gruppo italiano stampa turistica: “Si tratta di una decisione improvvisa, immotivata e per questo inaccettabile – ha detto il presidente, Sabrina Talarico – che non tiene conto della professionalità di una giornalista che ha contribuito, con il suo lavoro, alla crescita dell’azienda editoriale”.

La casa editrice ha preferito al momento non commentare lo sciopero.

Initimità e Love Story

Initimità e Love Story

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Confindustria RadioTv sulla diffamazione: revisioni che tutelino l’informazione professionale

Confindustria RadioTv sulla diffamazione: revisioni che tutelino l’informazione professionale

Editoria, Martella: contro pirateria campagna istituzionale; allo studio deduzioni fiscali per giovani, anziani e famiglie

Editoria, Martella: contro pirateria campagna istituzionale; allo studio deduzioni fiscali per giovani, anziani e famiglie

Editoria: da pirateria nel mondo del libro danni al settore per 528 milioni di euro. Aie: persi 8.800 posti di lavoro

Editoria: da pirateria nel mondo del libro danni al settore per 528 milioni di euro. Aie: persi 8.800 posti di lavoro