Motor Valley Fest dal 16 maggio a Modena: un evento diffuso sul territorio e gratuito

Nasce Motor Valley Fest, a Modena dal 16 al 19 maggio 2019. Il festival, diffuso e gratuito, è rivolto a tutti gli appassionati delle due e quattro ruote. Una manifestazione patrocinata dall’organizzazione Motor Valley Development, dalla Regione Emilia Romagna, dal comune di Modena, da BolognaFiere, ModenaFiere e Aci Modena, nel segno del connubio tra motori, innovazione, cultura ed enogastronomia del territorio.

Da sinistra: Gian Carlo Muzzarelli (sindaco di Modena), Leo Turrini (moderatore della conferenza), Stefano Bonaccini (presidente regione Emilia Romagna), Davide Cassani (presidente Apt Servizi Emilia Romagna), Andrea Corsini (assessore regionale al turismo Emilia Romagna)

Il calendario, ricco di iniziative, prevede eventi, dal Motor1Days, che si terrà presso l’Autodromo Marzaglia di Modena, al progetto Masa, nato dalla collaborazione tra l’Università di Modena e Maserati, che si traduce in attività di ricerca e test per la guida autonoma. L’Autodromo ospiterà inoltre la Crazyrun, la 500 km di puro divertimento in cui 80 team super selezionati a bordo dei loro bolidi dovranno superare 10 checkpoint segreti da scovare risolvendo degli enigmi.

“Nella festa di Modena innovazione e ricerca saranno protagoniste”, dichiara il sindaco della città Giancarlo Muzzarelli, “una formula che si traduce in un evento capace di coinvolgere la città e il territorio, facendo perno sull’industria dei motori, cuore pulsante dell’economia regionale. ModenaFiere vedrà in particolare l’università dell’Emilia Romagna essere affiancata dalle migliori università italiane per promuovere lo sviluppo di start up legate al mondo dell’automotive, dove professori e studenti potranno confrontarsi con aziende del settore, laboratori creativi ed hackaton”.

Non mancheranno gli eventi dedicati alla valorizzazione della cultura modenese: il centro della città ospiterà attività espositive che vedranno protagonisti i musei e le collezioni. Palazzo Ducale sarà il luogo dedicato al  villaggio Motor Valley con l’esposizione al pubblico dalle 11 alle 23 dei prestigiosi brand della Motor Valley e dei 4 autodromi regionali. Il 17 maggio sarà il turno del Ferrari Tribute in Piazza Roma. lo storico raduno del cavallino rampante che attraversa l’Italia sulle strade percorse dalla 1000 miglia. Il 18 maggio, al Novi Sad, ci sarà la rievocazione storica de “la corsa più bella del mondo” come la descriveva Enzo Ferrari, che vedrà sfilare più di 400 esemplari unici. Il 19 maggio il Parco Ferrari ospiterà “Modena Terra dei Motori”, la tradizionale rassegna dedicata alle auto e moto storiche nel cuore di Modena. In Piazza Sant’Agostino, la partnership con Federesports – Federazione Italiana E-Sports, prevede invece alcune prove dei vari campionati con i simulatori auto e moto e la presenza di Jean Alesi, Ivan Capelli e Marco Melandri.

Piazza Matteotti farà da cornice ai prodotti tipici del territorio romagnolo con l’iniziativa “Piazza del Gusto”. Spazio anche ad altre due eccellenze del territorio, la musica lirica e la moda. Casa Museo Pavarotti proporrà numerose iniziative dedicate, e l’Associazione Modenamoremio e Fondazione Teatro Comunale di Modena allestiranno la mostra dal titolo “Il teatro fa moda”, un vero e proprio racconto di artigianato ed arte.

“Occupazione, export, identità, turismo, visibilità internazionale: la Motor Valley dell’Emilia Romagna”, dichiara Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna, “rappresenta per le sue molteplici valenze una risorsa unica per il nostro territorio. Sono oltre 66.000 gli occupati nelle 16.500 imprese attive, con 5 miliardi di euro di fatturato dall’export. Per non parlare del richiamo turistico della nostra terra dei motori, che attrae ogni anno milioni di appassionati, che hanno l’opportunità di scoprire le tante eccellenze della Regione, dall’eccezionale offerta enogastronomica ai capolavori d’arte Unesco, passando per i musei aziendali, le collezioni private e i tantissimi eventi portano l’Emilia Romagna nel mondo e contribuiscono a farla conoscere sempre di più. Questo evento celebrerà la nostra passione, rendendo omaggio ad uno dei distretti regionali in cui identità e tradizione si fondono al meglio con dinamismo e spinta continua all’innovazione”.

“Un attrattore turistico e un moltiplicatore di presenze verso la nostra regione e, dunque, verso questo Paese”, spiega in una nota Andrea Corsini assessore regionale al turismo dell’Emilia Romagna, “la Motor Valley è a tutti gli effetti una motivazione di viaggio sia per i baby boomer che per i millennial e la generazione x. Oggi e domani la Motor Valley è una grande esperienza di italian lifestyle e una travel leisure experience di sicuro appeal: questi i presupposti su cui è nato il primo Motor Valley Fest”.

In occasione della conferenza stampa, moderata da Leo Turrini, il progetto è stato presentato come un’iniziativa in grado di fare rete, valorizzando le peculiarità del territorio che lo contraddistinguono a livello internazionale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoriale Domus lancia il trimestrale Meridiani Cammini

Editoriale Domus lancia il trimestrale Meridiani Cammini

Generali sceglie Dentsu Aegis Network e The Big Now

Generali sceglie Dentsu Aegis Network e The Big Now

Upa con Neodata Lab per il master in Data Science, in collaborazione con Omnicom Media Group, GFK e Google

Upa con Neodata Lab per il master in Data Science, in collaborazione con Omnicom Media Group, GFK e Google