Giovani emergenti e grandi ritorni. Riparte la Milano Fashion Week

Al via il conto alla rovescia per la Milan Fashion Week Fall/Winter 2019, in programma dal 19 al 25 febbraio. A presentarla, nella cornice di Palazzo Marino in Piazza Della Scala, Carlo Capasa, presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana, e Cristina Tajani, assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività Produttive, Moda e Design.

Focus della nuova edizione dell’evento glamour saranno ovviamente le creazioni degli stilisti e dei designer, insieme al lavoro dei giovani talenti e delle nuove leve. Sessanta sfilate, 81 presentazioni per altrettanti brand, altre 4 su appuntamento, 33 eventi in calendario, per un totale di 173 collezioni. Tra questi, due grandi ritorni: Gucci, che rientra a Milano dopo una parentesi parigina, e Bottega Veneta, che segna il debutto alla direzione creativa di Daniel Lee.

Carlo Capasa e Cristina Tajani

Ma a sfilare non sarà soltanto la moda femminile, grazie a 12 eventi in cui saranno presenti insieme creazioni uomo e donna. È il caso di Antonio Marras, Atsushi Nakashima, Bottega Veneta, Byblos, Gcds, Giorgio Armani, Gucci, Missoni, Moncler, Roberto Cavalli e Salvatore Ferragamo. Per la prima volta sulle passerelle milanesi invece la moda di Aquazzura, Giaquinto, Mm6 Maison Margiela, My Choice, insieme a tanti altri brand.

La moda (e in particolare la moda di Milano) è, per l’Italia, uno dei settori trainanti dell’economia nazionale. A dirlo sono proprio i numeri, evidenziati da Capasa. “Ha un indotto pazzesco. Solo per le Fashion Week a Milano si parla di 160 milioni di euro. E senza dimenticare che la fashion industry milanese fattura circa 28 miliardi di euro, dando da lavorare a 91mila persone”.

Parlando di novità, il presidente Capasa ha annunciato la presentazione di Gilberto Calzolari, vincitore del ‘Franca Sozzani Gcc Award for Best Emerging Designer’ durante la scorsa edizione dei Green Carpet Fashion Awards Italia e la performance di apertura della Settimana della Moda, uno special event di United Colors of Benetton, sotto la direzione artistica di Jean-Charles de Castlebajac.

Ad arricchire il panorama dell’offerta della MFW è anche il Fashion Hub di Milano Moda Donna, con sede allo Spazio Cavallerizze. Nella location saranno riuniti il Fashion Hub Market (progetto di Camera Nazionale Della Moda Italiana a sostegno dei nuovi talenti), una sezione ritagliata per le creazioni di otto designer provenienti dall’Ungheria, selezionati insieme alla Hungarian Fashion & Design Agency, e uno spazio dedicato ai giovani emergenti di Xi’An International Fashion Town. La data da segnare sul calendario per l’inaugurazione del Fashion Hub è il 20 febbraio, dalle 16:00 alle 20:00. L’Hub sarà poi aperto su prenotazione, nel segno dell’apertura verso il grande pubblico introdotta a Milano già negli ultimi anni di fashion week.

Milano Moda Donna si veste, come ogni anno, di internazionalità, e in particolare con due progetti, che vedono la Camera Nazionale Della Moda Italiana intrecciarsi ad altre realtà nel mondo: il ‘Budapest Select – Presentation of Hungarian Designers’, con lo scopo promuovere lo sviluppo della moda ungherese, e la collaborazione con Xi’An International Fashion Town per il supporto e la promozione di sette giovani stilisti cinesi.

Carlo Capasa

È lo stesso Presidente Capasa a confermare l’interesse verso i giovani. “Sostenere i nuovi talenti è uno dei pillar di Cnmi, accanto alla sostenibilità, per questo siamo molto contenti di supportare, tra le altre, le presentazioni di Gilberto Calzolari e Tiziano Guardini, vincitori rispettivamente nel 2017 e nel 2018 del premio ‘Franca Sozzani Gcc Award’, a riprova della nostra leadership su questo impegno”, ha detto.

Immancabile la ‘Fashion Week Insider’s Guide’, scaricabile su cameramoda.it, che racconta tutta la frenesia, i luoghi e gli appuntamenti della Settimana della Moda. Garantita anche la copertura totale degli eventi, grazie allo streaming live delle sfilate sul sito e sull’app di Cnmi e dal flusso di notizie, stories e foto sui profili social Twitter, Instagram e Facebook dell’associazione. A San Babila inoltre sarà presente un maxischermo che proietterà al centro di Milano i video e i contenuti delle sfilate.

Partner di Milan Fashion Week sono il Comune di Milano, Salesforce, S.Pellegrino, The Woolmark Company, UniCredit e Ykk Italia, Dhl come official logistics partner, Tecnogym, Class Editori in qualità di media partner, Consorzio Franciacorta e Mastercard, novità di questa edizione.

“I giovani sono la linfa vitale della Moda italiana”. Intervista a Carlo Capasa

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rcs: utile netto 2018 in crescita a 85,2 milioni; dal digitale il 16,7% dei ricavi. Dopo 10 anni torna al dividendo

Da Piero Angela a Bernard-Henri Lévy. Tutti i sostenitori della battaglia per la vita di Radio Radicale

Mediaset, Ps Berlusconi: dobbiamo cambiare passo, espandersi all’estero per crescere ancora