Per Calabresi inaspettata la decisione del cambio di direzione a Repubblica

E’ durata 1000 giorni la direzione di Mario Calabresi a La Repubblica. Iniziata nel gennaio 2016 si è conclusa oggi quando Marco De Benedetti, presidente di Gedi lo ha incontrato per dirgli che il Cda aveva deciso il cambio di direttore. Per fare un giornale meno schierato politicamente e più “croccante”.

Mario Calabresi (Foto ANSA/FABIO FRUSTACI)

Per Calabresi ‎che non si aspettava una comunicazione del genere, è stato un pugno nello stomaco. Si fidava infatti delle rassicurazioni avute da parte dei vertici del Gruppo che lo invitavano a stare tranquillo e di non badare alle voci che parlavano di cambi alla guida del quotidiano.

E Calabresi si sentiva tranquillo perché i dati delle vendite gli davano in qualche modo ragione registrando Repubblica un calo del 7% allineato a quello del Corriere, invece del 15% in meno di quando Calabresi era subentrato a Ezio Mauro. Contento anche di aver chiuso il 2018 in utile (sembra di un milione di euro).

Calabresi era tranquillo anche perché aveva condotto in porto un complicato progetto riorganizzativo di tagli e uscite dalla redazione senza un giorno di sciopero. ‎Processo che si concluderà a marzo.

Marco De Benedetti (Foto
ANSA/ALESSANDRO DI MEO)

Invece i due fratelli De Benetti – Marco, presidente Gedi, e Rodolfo, presidente della Cir, che controlla Gedi – insieme all’ad Monica Mondardini, d’accordo con gli altri soci hanno deciso di affidare a Carlo Verdelli la ripartenza del quotidiano partendo proprio dalla riorganizzazione della redazione.

Calabresi lascerà il Gruppo e dopo dieci anni in cui ha fatto il direttore, prima a Torino a La Stampa dal 2009 e poi a Repubblica, ha deciso di fare la cosa che gli piace di più: viaggiare per capire cosa succede nel mondo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> 16 giugno </strong> L’onda Azzurra porta Rai1 al 30%. Cala la serie di Canale 5, non svetta Report

16 giugno L’onda Azzurra porta Rai1 al 30%. Cala la serie di Canale 5, non svetta Report

La classifica internazionale dei brand auto più attivi sui social e dei post più condivisi a maggio

La classifica internazionale dei brand auto più attivi sui social e dei post più condivisi a maggio

<strong> Venerdì e Sabato </strong> Rai1 vince con le Azzurre e Genova. Bonolis supera La Traviata di Zeffirelli

Venerdì e Sabato Rai1 vince con le Azzurre e Genova. Bonolis supera La Traviata di Zeffirelli