Accordo di licensing tra Barbie e National Geographic per raccontare alle più piccole le professioni legate a scienza e natura

Mattel e National Geographic hanno siglato un accordo di licensing internazionale per la creazione di una linea di prodotti e contenuti incentrati sui temi dell’esplorazione, delle scienze, della salvaguardia ambientale e della ricerca.

Così, dopo la bambola dedicata a Samantha Cristoforetti, dall’autunno 2019 arrivano altre alle bambole e playset ispirate a professioni in cui le donne, rileva la nota stampa, sono poco rappresentate, come l’ambientalista, l’astrofisica, la biologa marina polare, la fotografa naturalista e l’entomologa.

“Barbie permette alle bambine di interpretare nuovi modelli attraverso la narrazione, mostrando loro che possono essere tutto ciò che desiderano”, ha rimarcato Lisa McKnight, senior vp e general manager Barbie. “Grazie a questa nuova linea di prodotti daremo la possibilità alle bambine esplorare il mondo e le diverse carriere direttamente nelle loro case”.

Un concetto ripreso anche da Susan Goldberg, direttore responsabile della rivista mensile National Geographic e direttore editoriale di National Geographic Partners, che ha sottolineato come con l’accordo sarà possibile “raggiungere i bambini in un modo completamente nuovo, usando il potere del gioco per ispirare le prossime generazioni di esploratori, scienziati e fotografi”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Le nuove tecnologie per rendere l’inclusività. Fondazione Tim lancia il bando ‘L’arte che accoglie’

Le nuove tecnologie per rendere l’inclusività. Fondazione Tim lancia il bando ‘L’arte che accoglie’

Eni, parte la campagna Eni+1: la cura dell’ambiente una sfida per tutti

Eni, parte la campagna Eni+1: la cura dell’ambiente una sfida per tutti

Aon al Pride di Milano

Aon al Pride di Milano