Copyright, appello editori Ue ai 28: approvare mandato per consentire negoziati finali

Gli editori Ue lanciano un appello agli Stati membri perché vadano avanti con la riforma del copyright e diano oggi mandato alla presidenza di turno della Ue in modo da consentire di passare ai negoziati finali la prossima settimana.

“Con il tempo che sta per scadere” visto che il Parlamento si avvia a chiusura della legislazione, “crediamo che sia della massima importanza che gli Stati adottino il mandato” per consentire al trilogo (Commissione, Consiglio e Parlamento) di riunirsi la prossima settimana, scrivono Emma (European Magazine Media Association), Enpa (European Newspaper Publishers’ Association), Epc (European Publishers Council) and Nme (News Media Europe) in una lettera ai 28 Paesi membri.

CC0 Creative Commons

Gli editori Ue ricordano poi che l’approccio del Parlamento Ue all’articolo 11 (diritti degli editori) “propone una soluzione bilanciata ed applicabile per proteggere gli editori dall’uso selvaggio dei contenuti editoriali da parte dei servizi online in un ambiente digitale”. Quindi chiedono agli Stati Ue di dare alla presidenza romena “flessibilità verso l’approccio del Parlamento”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, Laganà: con lo stop al canone M5s consegna l’azienda ai pubblicitari; il canone è necessario per liberarsi dai partiti

Rai, Laganà: con lo stop al canone M5s consegna l’azienda ai pubblicitari; il canone è necessario per liberarsi dai partiti

Le elezioni Usa coperte da LaPresse grazie a un accordo esclusivo con Ap

Le elezioni Usa coperte da LaPresse grazie a un accordo esclusivo con Ap

Facebook, dopo gli Usa, muro contro Libra anche dal G7: “sovranità degli Stati a rischio”

Facebook, dopo gli Usa, muro contro Libra anche dal G7: “sovranità degli Stati a rischio”