Il Papa esprime solidarietà ai giornalisti di Askanews: “lottate per il vostro lavoro” (VIDEO)

“So che rischiate il vostro lavoro. Prego per voi e vi accompagno in questo momento: lottate, lottate, lottate per conservare il posto di lavoro”. È con queste parole che Papa Francesco ha salutato i giornalisti di Askanews, intrattenendosi brevemente con loro al termine dell’udienza generale del mercoledì in sala Nervi. Presenti con una delegazione di una trentina di giornalisti, accompagnati dai loro familiari, i colleghi hanno ricevuto una benedizione particolare dal Pontefice, che si è appellato a “san Giuseppe lavoratore, che ci aiuti in questo momento”.

Papa Francesco (Foto LaPresse – Andreas SOLARO / AFP)

Anche nel corso dell’udienza generale, nel salutare i fedeli di lingua italiana Francesco ha fatto riferimento al “gruppo dei giornalisti Akanews che stanno attraversando un momento di difficoltà”. I vertici dell’azienda, dopo aver presentato istanza per l’ottenimento di concordato preventivo, hanno deciso di procedere unilateralmente con la richiesta di Cassa integrazione al ministero del Lavoro, ignorando ben quattro diverse proposte alternative ed sostanzialmente equivalenti nell’impatto dei conti, formulate dalla delegazione sindacale.

I giornalisti di Askanews all’udienza generale in sala Nervi

Il video con le parole del Papa:

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Upa lancia Nessie, prima dmp condivisa dai soci di un’associazione. Sassoli De Bianchi: nel ‘data lake’ i dati dei partecipanti

Upa lancia Nessie, prima dmp condivisa dai soci di un’associazione. Sassoli De Bianchi: nel ‘data lake’ i dati dei partecipanti

‘Gli Editori per l’Editoria’, accordo Fieg-Aie per sensibilizzare su informazione ed editoria – DOCUMENTO

‘Gli Editori per l’Editoria’, accordo Fieg-Aie per sensibilizzare su informazione ed editoria – DOCUMENTO

Mfe, avanti su fusione: pubblicato statuto ‘anti-ribaltone’ per la nuova holding. Voto Vivendi resta congelato

Mfe, avanti su fusione: pubblicato statuto ‘anti-ribaltone’ per la nuova holding. Voto Vivendi resta congelato