De Santis (Rai1): da Sanremo una ‘ubriacatura’ di ascolti. Edizione più giovane di sempre, con boom sui social

“Siamo usciti da una ‘ubriacatura’ di ascolti’ al Festival di Sanremo”. Lo ha detto il direttore di Rai1, Teresa De Santis, in audizione in commissione di Vigilanza Rai, parlando dei risultati ottenuti dalla 69esima edizione della kermesse canora.

De Santis ha fatto riferimento non solo agli ascolti sulla rete generalista ma anche al consenso delle fasce giovanili di pubblico e manifestato attraverso le interazioni sui social, che quest’anno sono state oltre 17 milioni, superando dell’11% i numeri di un anno fa.  “Questa edizione del Festival di Sanremo è stata quella più giovane di sempre, con una media per quel che riguarda il broadcasting generalista che sfiora il 50% nelle 5 serate, un dato di 3 punti superiore rispetto alla media degli ultimi 15 anni”.

Teresa De Santis (Foto ANSA/ETTORE FERRARI)

“I risultati che abbiamo raggiunto sono stati straordinari e sono quelli che ci attendevamo”, ha aggiunto De Santis, sciolinando i numeri social registrati. “Su Instagram sono state 10 milioni le interazioni, su Twitter 4,8 milioni e su Facebook 2,3 milioni. Il totale delle media views (live streaming + video on demand Rai Play e YouTube) è stato di 62,1 milioni (+ 19% rispetto al 2018). Il Festival è stato seguito da 2,8 milioni di persone in diretta streaming e abbiamo avuto 8,3 milioni di interazioni per i video on demand su Rai Play. Infine, sul nostro canale YouTube abbiamo raggiunto 51 milioni di interazioni”.

De Santis è intervenuta anche sul tema della composizione della giuria d’onore del Festival: “sarebbe stato più opportuno fosse stata composta da soli esperti di musica”. De Santis ha evidenziato che era nelle competenze del solo direttore artistico Baglioni decidere la composizione della giuria d’onore.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, Crimi: obiettivo riforma di “grande respiro”. Conte: verso un sistema più “efficiente e rigoroso”

Editoria, Crimi: obiettivo riforma di “grande respiro”. Conte: verso un sistema più “efficiente e rigoroso”

Copyright, appello dal vicepresidente Ue Ansip: sostegno alla riforma. Testo diverso da quello di luglio: non è macchina da censura

Copyright, appello dal vicepresidente Ue Ansip: sostegno alla riforma. Testo diverso da quello di luglio: non è macchina da censura

Rai: all’esame del Cda la riorganizzazione della Corporate e la nuova direzione generale

Rai: all’esame del Cda la riorganizzazione della Corporate e la nuova direzione generale