Morto l’architetto e designer Alessandro Mendini. Aveva diretto anche Domus e Casabella

E’ morto a Milano a 87 anni Alessandro Mendini, uno dei rinnovatori del design italiano dalla fine degli anni ’70.  Nato a Milano nel 1931, Mendini ha fatto parte del gruppo Alchimia ed è stato direttore di importanti riviste di settore come Casabella (dal 1970 al 1976), Domus (1979-1985; 2010-2011) e Modo (dal lui fondata nel 1977 e guidata fino al 1981).

Fra i suoi progetti il cavatappi Anna G., realizzato per Alessi, e la poltrona Proust del 1978, esposta in diversi musei.  Da architetto ha progettato il Groninger Museum in Olanda e la Torre del paradiso a Hiroshima.

Alessandro Mendini (Foto ANSA/ GUIDO MONTANI)

Per la sua attività di designer ha ricevuto due volte il Compasso d’oro, nel 1979 e nel 1981, inoltre ha ricevuto l’European Prize for Architecture Awards nel 2014 ed è stato nominato Chevalier des Arts et des Lettres in Francia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rcs: utile netto 2018 in crescita a 85,2 milioni; dal digitale il 16,7% dei ricavi. Dopo 10 anni torna al dividendo

Da Piero Angela a Bernard-Henri Lévy. Tutti i sostenitori della battaglia per la vita di Radio Radicale

Mediaset, Ps Berlusconi: dobbiamo cambiare passo, espandersi all’estero per crescere ancora