Cdr Radio Rai: “La radio non è un cimitero”

Alla presentazione milanese dei palinsesti di Radio Capital, Lucia Annunziata, giornalista e direttore dell’Huffington Post italia (Gedi) e da poco ospite fissa del ‘Tg Zero’ delle 18 su Capital ha detto alla numerosa platea presente al Teatro Franco Parenti che in Rai, oltre ad esserne stata presidente, ha fatto tante  altre cose, tra cui anche la radio. Aggiungendo che “quando ti mandano a lavorare in radio vuol dire che sei morto. In azienda tutti dicono che lavorare in radio è bello, ma vuol dire che ti hanno fregato”.

Oggi è arrivata la risposta piccata del Cdr di Radio Rai che riportiamo qui di seguito.

“La radio non è un mezzo di Serie B. Lucia Annunziata attacca la radio, dove ha lavorato e che da presidente della Rai ha garantito. La radio è un luogo dove artisti, speaker, conduttori e giornalisti lavorano con dedizione e professionalità, badando ai contenuti e realizzando trasmissioni di qualità”. Così il Cdr del Giornale Radio, che ricorda come “moltissimi colleghi abbiano scelto la radio per passione e non perché ‘ci sono finiti loro malgrado’. Gli ascolti, come pure la raccolta pubblicitaria in crescita, confermano la forza della radio, mezzo antico di nascita, ma straordinariamente moderno, e unico in grado di parlare ai giovani nell’era della crossmedialità”.

“La radio non è ‘un cimitero’, ma rappresenta una delle grandi opportunità della Rai” continua il Cdr del Giornale Radio, che torna dunque a sottolineare con forza la necessità che l’azienda rilanci con adeguati investimenti uno dei mezzi essenziali del servizio pubblico, ribadendo la ferma opposizione a qualsiasi ipotesi di scorporo tra rete e testata, e sottolineando la vocazione All News di Radio1 e del Giornale Radio.

Il CDR del Giornale Radio

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Radio Radicale si appella al presidente della Repubblica. Il Cdr: non è questione di una singola testata, in gioco la democrazia

Radio Radicale si appella al presidente della Repubblica. Il Cdr: non è questione di una singola testata, in gioco la democrazia

Fabio Fazio a Mediaset? Una bufala

Fabio Fazio a Mediaset? Una bufala

Belpietro direttore de l’Unità. “Per evitare la decadenza della testata”. La rabbia dei redattori: La Verità è che lei dice falsità

Belpietro direttore de l’Unità. “Per evitare la decadenza della testata”. La rabbia dei redattori: La Verità è che lei dice falsità