Nel 2019 gli investimenti in adv digital supereranno quelli sui media tradizionali. La stampa il mezzo più colpito, tiene l’out of home

Per la prima volta nel 2019 gli investimenti pubblicitari sul digitale supereranno quelli fatti sui mezzi tradizionali nel mercato americano. Lo sostengono le ultime previsioni di eMarketer, secondo cui nel 2023 l’adv digital rappresenterà i 2/3 deglla spesa pubblicitaria totale.

Stando ai calcoli, gli investimenti totali sul digitale quest’anno cresceranno del 19% a quota 129,34 miliardi di dollari, pari al 54,2% delle spese totali stimate. Il mobile continuerà a dominare, catalizzando più di 2/3 della spesa digitale, con una somma pari a 87,06 miliardi di dollari.
Per la prima volta, la quota combinata rappresentata da Google e Facebook diminuirà, anche se i loro ricavi cresceranno.

(elaborazione eMarketer)

Ad emergere quest’anno sarà il terzo “incomodo” Amazon, che continuerà a rosicchiare spazi sia a Big G che alla creatura di Zuckerberg, grazie soprattutto alla possibilità di raccogliere dati più dettagliati sul comportamento degli utenti.

Da dove arriveranno i dollari per il digitale? Dagli annuari, come le Pagine Gialle, che subiranno il colpo più grosso (-19%) quest’anno. La spesa per la stampa tradizionale (giornali e riviste) calerà di quasi il 18%.
Complessivamente, la quota di spesa pubblicitaria tradizionale negli Stati Uniti scenderà al 45,8% nel 2019, dal 51,4% dello scorso anno.

(elaborazione eMarketer)

La spesa pubblicitaria televisiva scenderà del 2,2% a $ 70,83 miliardi quest’anno. Tra i motivi del calo l’assenza di elezioni o grandi eventi, come le Olimpiadi o la Coppa del mondo. Le elezioni presidenziali del prossimo anno spingeranno la spesa pubblicitaria televisiva a crescere in positivo, conclude eMarketer,  prima di una nuova ricaduta l’anno successivo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv, Mediobanca: il 90% del mercato italiano in mano a 5 top; tra 2013 e 2017 Mediaset prima per ricavi, Sky per utili e Rai per ascolti

L’analisi di Publicis Media per i vent’anni de ‘Il commissario Montalbano’

Sanremo fenomeno tv: dati, share e attività social di tutte le serate