24 febbraio Fazio primo per ascolti, ma Preziosi e Ricci lo battono. Giletti si difende con Renzi

Serata tv di domenica 24 febbraio complicata da decodificare, per gli aspetti ‘politici’ e quelli inerenti i veri equilibri degli ascolti tra un programma e l’altro. C’erano infatti Roberto Saviano e quindi Andrea Camilleri (in collegamento, mentre in studio c’era Francesco Scianna che promuoveva la fiction ‘La stagione della caccia’, stasera in onda su Rai1) a ‘Che tempo che fa’, alle prese con Massimo Giletti che nella prima ora di ‘Non è L’Arena’ ha ospitato Matteo Renzi (sette giorni prima passato da Fabio Fazio). Ma c’era pura la partita tra il talk di Rai1 e la nuova fiction di Canale 5, ‘Non Mentire’, che sette giorni prima aveva vinto la sfida. E poi i confronti tra ‘The Good Doctor’ e ‘Le Iene’, con Rai3 e Rete4 che cercavano di evitare l’ultima posizione.

Ebbene, per ascolti ha vinto la serata la prima parte di ‘Che tempo che fa’. Aprendo Saviano, Scianna e Camilleri, ospitando Teo Teocoli e Massimo Boldi, Vittorio Sgarbi e quindi Antonio Tajani, in scaletta dopo Luciana Littizzetto, Fazio ha conquistato 3,867 milioni di spettatori e 14,7%.

Meno spettatori e meno share ha avuto stavolta ‘Non Mentire’ su Canale 5 (3,328 milioni e 14,13%), ma se si considera il periodo in sovrapposizione tra le due trasmissioni (compreso il ‘tavolo’ faziano) a prevalere è stata la fiction dell’ammiraglia commerciale (3,328 milioni e 14,13%), in lieve vantaggio sul programma della prima rete pubblica (3 milioni e 12,84%).

Interessante e piena di spunti contraddittori l’analisi della curva degli ascolti. In access a vincere è stata ‘Paperissima Sprint’, ma con ‘Che tempo che fa’ (picco da 4,5 milioni alle 21.21 con Camilleri, Scianna e Saviano) e ‘Non è L’arena’ (2,251 milioni alle 21.31 con Renzi in onda) che hanno dato il massimo nei propri momenti più politici e intensi.

La graduatoria dei meter dice poi che su Rai2 ‘The Good Doctor’ (2,488 milioni e 9,73% nella media dei due episodi) ha battuto ‘Le Iene’ (1,865 milioni e 10% su Italia1), ma con il programma di Davide Parenti leader in seconda serata davanti a Rai1 dalle 23.40 in avanti.

Un’ottima prestazione, destabilizzando un po’ il quadro l’ha fatta su la pirotecnica, Fiorentina-Inter, finita tre pari al minuto 101, con ben 1,752 milioni di spettatori e il 6,7% su Sky.

Tutto sommato buona è stata la prestazione su La7 di ‘Non è L’Arena’, a 1,2 milioni e il 6,1%. Giletti, dopo Renzi, ha affrontato il cosiddetto ‘caso Collovati’ (ex giocatore e commentatore messo in pausa a ‘Quelli che il calcio’ per dichiarazioni sessiste) e poi ha chiuso parlando dello spaccio di droga nel bosco di Rogoredo ospitando Fabrizio Corona.

Nell’ultima mezzora, ampiamente dopo mezzanotte, terminato il tavolo di Fazio, Giletti è stato secondo dietro ‘Le Iene’.

Tornando al rpime time, nelle posizioni di retroguardia Rai3 ha fatto così così con la versione estesa di ‘Grazie dei fiori’ (1,142 milioni e 4,3%), e poi, prima delle 22.00, ha fatto male con lo’ Speciale del Tg3′ dedicato alle elezioni regionali in Sardegna (2,7%). In coda, infine, è arrivata Rete4 con il film action ‘Tokarev’ (716mila e 3%).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stati Generali dell’Editoria, accrediti entro le ore 16. Diretta streaming sul sito del Governo

Stati Generali dell’Editoria, accrediti entro le ore 16. Diretta streaming sul sito del Governo

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Copyright, gli editori a Strasburgo: dite sì alla direttiva. L’Europa ha bisogno di stampa libera

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre

Terna, investimenti in Italia per 6,2 miliardi di euro, il piano più importante di sempre