Gazzetta dello Sport verso il rinnovamento. Cairo: il giornalismo emozionale e umano di Cannavò guida e ispirazione

La Gazzetta dello Sport verso il restyling. A parlarne è il presidente e ad di Rcs MediaGroup Urbano Cairo a margine del Candido Day: “ci stiamo lavorando, non è ancora ultimata ma lo sarà entro il mese di aprile” e “vedrà una serie di aggiornamenti e di miglioramenti”. “Anche se non abbiamo stabilito il giorno preciso in cui usciremo con la Gazzetta rinnovata, saremo in edicola a metà aprile o maggio”.

Urbano Cairo, presidente e ad di Rcs MediaGroup sul palco del Candido Day insieme al direttore della Gazzetta dello Sport Andrea Monti

“Il giornalismo emozionale e umano di Candido Cannavò, fatto di passioni e sempre al centro del dibattito su svariati temi, é qualcosa che ci sta guidando nel percorso di rinnovamento”, ha confidato Cairo poco prima che venisse presentato il volume ‘Storia sentimentale dello sport italiano’, che del più longevo direttore della storia della “rosea” (in sella per 19 anni) celebra gli articoli più belli pubblicati in prima pagina in occasione del decennale della scomparsa.

Cannavò era il “rappresentante di un giornalismo che partecipa agli eventi”, ha ricordato l’attuale direttore Andrea Monti. Un vero e proprio “magistero” secondo il curatore del volume, edito da Solferino, Elio Trifari. Un “elemento importante nel futuro della comunicazione se vogliamo che il giornalismo continui a incidere sulla vita della società”, ha chiosato Monti.

Oltre al restyling della Gazzetta, “ad aprile arriverà Corriere Salute – ha aggiunto Cairo a margine dell’evento – che non sarà più nel giornale, ma sarà un allegato a parte di 32 o 36 pagine il giovedì. Sarà una cosa importante e ricca. Sette si sposterà il venerdì perché riteniamo sia meglio averlo prima dell’inizio del week end, che sia propedeutico ad un maggior acquisto del giornale e che sia una sorta di unione tra Sette e Liberi Tutti, in cui Liberi Tutti potenzierà i contenuti di Sette”.

Insieme al Candido Day si è celebrato anche il Premio dedicato a Giacinto Facchetti “il Bello del Calcio”, che quest’anno è andato a Gianluca Vialli, il “gemello” sul campo dell’attuale ct della Nazionale Roberto Mancini nella Sampdoria di Mantovani che ha vinto Scudetto e Coppa delle Coppe, poi capitano dell’ultima Juventus vincitrice della Champions League e protagonista anche all’estero con il Chelsea e in Nazionale. Il talento sbocciato nella Cremonese di Mondonico ha dovuto fronteggiare nell’ultimo anno un rivale senza precedenti, un tumore che lo ha colpito: “la battaglia continua, sto bene”, ha detto, “grazie di tutto”.

Gianluca Vialli

In sala, oltre a Mancini, tanti rappresentanti dello sport e del calcio italiano, tra gli altri: il presidente del Coni Giovanni Malagò, il suo predecessorre Franco Carraro, il presidente della Lega Serie A Gaetano Micciché e ancora Beppe Marotta, Adriano Galliani e il presidente del Milan Paolo Scaroni. L’ex ct della Nazionale Arrigo Sacchi e i compagni di mille battaglie sui campi di calcio Ferrara, Torricelli, Vierchowod e Lombardo. che si sono dilungati in simpatici aneddoti sulla carriera di Vialli.

A presentare l’attività della Fondazione Cannavò che raccoglie attivamente l’eredità dell’impegno di Cannavò nel sociale per disabili e carcerati il direttore Franco Arturi. Cannavò è stato anche in questo un un “precursore”, ha ricordato Cairo, “esempio di attenzione alle situazioni difficili”, anche in questo “guida e bussola” per la grande famiglia dello sport italiano.

Interpellato a margine del duplice evento circa eventuali aggregazioni nel settore dell’editoria in Italia, Cairo ha detto che “non c’è uno spazio enorme”. Anche perché “la legge impedisce il superamento del 20% delle tirature. Gedi è molto vicina al 20%, noi siamo poco meno del 16%. Noi per il momento cerchiamo di fare bene le cose, i nostri giornali e cerchiamo di migliorarli costantemente”. E ha ribadito che, “come avevo già detto, il target del raggiungimento dell’indebitamento al di sotto dei 200 milioni di euro è un target che abbiamo raggiunto”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cairo Communication: primi 9 mesi ricavi a 911,2 milioni, utile scende a 23,5 mln; flussi positivi per Rcs; pubblicità tv + 3,5%

Cairo Communication: primi 9 mesi ricavi a 911,2 milioni, utile scende a 23,5 mln; flussi positivi per Rcs; pubblicità tv + 3,5%

Cardani su 5G: Italia in prima fila in Ue; avanti su scorporo rete; fidarsi di operatori esteri? Nodo insolubile

Cardani su 5G: Italia in prima fila in Ue; avanti su scorporo rete; fidarsi di operatori esteri? Nodo insolubile

<strong> 13 novembre </strong> Prodigi e Sciarelli abbattono Pession. Costanzo e Berlusconi meglio di Vespa e Bonafede

13 novembre Prodigi e Sciarelli abbattono Pession. Costanzo e Berlusconi meglio di Vespa e Bonafede