Santoro attacca i parlamentari Leghisti: usate indiscrezioni per costringere la Rai a bloccarmi

Quella della Lega “è un’iniziativa senza precedenti. Non solleva, infatti, obiezioni di merito su fatti, accordi reali o (cosa che sarebbe comunque grave) trattative in corso. In assenza di qualsiasi notizia di stampa sull’argomento, utilizza voci di corridoio per diffondere falsi allarmi e costringere la Rai a chiudermi la porta in faccia”. Ad affermarlo Michele Santoro, che ha scritto ai presidenti di Camera, Rai e Vigilanza lamentando una lesione del diritto del lavoro.

Michele Santoto (foto Olycom)

A provocare la reazione del giornalista, il quesito che i parlamentari leghisti hanno presentato sulle “indiscrezioni” su una sua eventuale collaborazione con Rai2 per condurre, prestare la sua consulenza o produrre il programma “Popolo Sovrano” o un altro format simile.

Sulla vicenda erano intervenuti anche dalla rete, confermando l’incontro tra Freccero e Santoro, ma smentendo che ci fossero accordi “sul tavolo per il ritorno del giornalista su Rai2 o progetti concreti in partenza”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino,  devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino, devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile