Santoro attacca i parlamentari Leghisti: usate indiscrezioni per costringere la Rai a bloccarmi

Quella della Lega “è un’iniziativa senza precedenti. Non solleva, infatti, obiezioni di merito su fatti, accordi reali o (cosa che sarebbe comunque grave) trattative in corso. In assenza di qualsiasi notizia di stampa sull’argomento, utilizza voci di corridoio per diffondere falsi allarmi e costringere la Rai a chiudermi la porta in faccia”. Ad affermarlo Michele Santoro, che ha scritto ai presidenti di Camera, Rai e Vigilanza lamentando una lesione del diritto del lavoro.

Michele Santoto (foto Olycom)

A provocare la reazione del giornalista, il quesito che i parlamentari leghisti hanno presentato sulle “indiscrezioni” su una sua eventuale collaborazione con Rai2 per condurre, prestare la sua consulenza o produrre il programma “Popolo Sovrano” o un altro format simile.

Sulla vicenda erano intervenuti anche dalla rete, confermando l’incontro tra Freccero e Santoro, ma smentendo che ci fossero accordi “sul tavolo per il ritorno del giornalista su Rai2 o progetti concreti in partenza”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs.  “Nuovo percorso professionale”

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs. “Nuovo percorso professionale”

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali