28 gennaio La suora Lux doppia Scotti, bene Formigli con Gentiloni, male la linea Freccero

Sette giorni prima l’Europa League in chiaro su Tv8 aveva compresso le audience delle principali generaliste. Ieri, senza l’interferenza del calcio, hanno fatto meglio quasi tutte le proposte delle reti principali, ma con gli equilibri tra le ammiraglie che sono rimasti identici. Tante presenze Pd, inoltre, on air, con le primarie imminenti. Hanno fatto bene il film fantasy in prima tv su Italia 1 e Corrado Formigli, che in apertura ha ospitato Paolo Gentiloni. Mentre la nuova linea informativa di Rai2 ha ottenuto risultati esigui ed in parte contrastanti: ha fatto male in access ‘Tg2 Post’, che puntava su Massimo D’Alema e aveva in collegamento il premier albanese Edi Rama; subito dopo, rispetto ai flop precedenti è cresciuto un po’, parlando di legittima difesa, ‘Popolo Sovrano’, ma rimanendo lontano dagli obiettivi di rete.

La graduatoria dei meter dice che ha vinto chiaramente su Rai1 ‘Che Dio ci aiuti’, a 5,320 milioni di spettatori e il 24,1% nella media due due episodi.

Su Canale 5 il game show ‘Chi vuol essere Milionario?’, con Gerry Scotti alla conduzione, ha avuto 2,535 milioni e il 13,7%, migliorandosi di quasi due punti con il campione arrivato vicino al traguardo del milione.

Sul terzo gradino del podio si è installato il film di Italia1: ‘X-Men:Apocalisse’, con Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Olivia Munn e James McAvoy, ha conquistato 1,643 milioni di spettatori e 8,15%.

Più staccata è arrivata La7. ‘Piazzapulita’, con Corrado Formigli alla conduzione e tra gli ospiti Paolo Gentiloni, Gianrico Carofiglio, Alessandro Sallusti e Paolo Mieli, ha portato a casa 1,165 milioni di spettatori e il 6,6% nella sua sterminata durata (dalle 21.23 fino alle 24.56).

In coda, in termini di numero di spettatori, sono arrivati, nell’ordine, Rai3 (con la prima tv di ‘Sleepless-Il giustiziere’ a 1,095 milioni e 4,6), il già citato ‘Popolo Sovrano’ (a 746mila e 3,8% su Rai2), nonché ‘Masterchef’ (a 724mila e 3,2% su SkyUno). Ultimo in graduatoria su Rete4 è stato Roberto Giacobbo, a 705mila e il 3,8% con il the best of di ‘Freedom’.

In access Lilly Gruber ha staccato Barbara Palombelli, con il risultato di Francesca Romana Elisei ridotto ai minimi termini.

Su La7 ‘Otto e mezzo’, con Marco Travaglio, Alessandro Barbano e Stefano Patuanelli ospiti, ha conseguito 1,786 milioni di spettatori e il 7,15% di share.

Su Rete 4 ‘Stasera Italia’, con Manlio Di Stefano, Nicola Porro e Marcello Sorgi nella prima parte e quindi Enrico Letta nella seconda parte, ha conseguito 1,177 milioni di spettatori e il 4,83% di share e poi 1,084milioni e il 4,28%

‘Tg2Post’ con Massimo D’Alema, Alberto Negri e dall’Albania il premier Edi Rama (in collegamento) tra gli ospiti di Francesca Romana Elisei, si è fermato a 765mila spettatori e il 3,02% di share.

In seconda serata, una volta terminata la fiction di Rai1, ha fatto bene Gerry Scotti conquistando nel finale il 20%.

Terminato il game show di Canale 5 è tornata al comando Rai1: ‘Porta a Porta’, con Bruno Vespa alla conduzione e Maurizio Martina nella prima parte e poi il ricordo di Alberto Sordi nella seconda parte, ha avuto 1,032milioni di spettatori e l’11,35% di share.

Da registrare il risultato de ‘Il Confronto’ tra i candidati segretario del Pd alle 13.00:  143mila spettatori con l’1%. La replica della sera ha ottenuto 153mila spettatori con lo 0,6%.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Agcom: multa da 2,4 milioni a Sky per il pacchetto Calcio. La pay annuncia ricorso al Tar: agito nel rispetto delle norme

Agcom: multa da 2,4 milioni a Sky per il pacchetto Calcio. La pay annuncia ricorso al Tar: agito nel rispetto delle norme

Stati generali editoria: circa 800 risposte alla consultazione pubblica. Libertà, tutela minori e privacy i temi meno sentiti. Vincono i soldi

Stati generali editoria: circa 800 risposte alla consultazione pubblica. Libertà, tutela minori e privacy i temi meno sentiti. Vincono i soldi

Copyright, ricorso della Polonia alla Corte Ue contro la direttiva: rischio censura preventiva

Copyright, ricorso della Polonia alla Corte Ue contro la direttiva: rischio censura preventiva