Facebook: in arrivo funzione per visualizzare le informazioni e ripulire la cronologia

Facebook si prepara ad introdurre entro l’anno un nuovo strumento che permetterà agli utenti di cancellare completamente la propria cronologia web presente nei database del social network. La notizia, riportata dalla Cnbc, è stata annunciata da David Wehner, cfo di Menlo Park.

Annunciata dalla piattaforma ad inizio del 2018, in piena bufera Cambridge Analytica, la funzione – chiamata ‘Clear History’ – consentirà agli utenti di visualizzare informazioni su app e siti con cui hanno interagito ed eliminare tali informazioni dai loro account Facebook.

Mark Zuckerberg (Foto Ansa EPA/ETIENNE LAURENT)

Secondo Wehner, che ha parlato alla Technology Stanley, Media & Telecom Conference 2019 a San Francisco, la funzione renderà più difficile per Facebook utilizzare i dati raccolti da terze parti per personalizzare gli annunci agli utenti.

Il social network ha annunciato questa funzione per la prima volta alla sua conferenza F8 del maggio 2018. Zuckerberg aveva anticipato che avrebbe consentito di disattivare l’archiviazione delle informazioni dal proprio profilo. “Si tratterà di un semplice controllo per cancellare la cronologia di navigazione su Facebook – su cosa hai cliccato, sui siti web che hai visitato, e così via”, aveva puntualizzato il fondatore della piattaforma.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Agcom: multa da 2,4 milioni a Sky per il pacchetto Calcio. La pay annuncia ricorso al Tar: agito nel rispetto delle norme

Agcom: multa da 2,4 milioni a Sky per il pacchetto Calcio. La pay annuncia ricorso al Tar: agito nel rispetto delle norme

Stati generali editoria: circa 800 risposte alla consultazione pubblica. Libertà, tutela minori e privacy i temi meno sentiti. Vincono i soldi

Stati generali editoria: circa 800 risposte alla consultazione pubblica. Libertà, tutela minori e privacy i temi meno sentiti. Vincono i soldi

Copyright, ricorso della Polonia alla Corte Ue contro la direttiva: rischio censura preventiva

Copyright, ricorso della Polonia alla Corte Ue contro la direttiva: rischio censura preventiva